Tracce

Il mio tentativo per ricevere e dare informazioni utili.

Due milioni di morti

Posted by giannigirotto su 25 marzo 2009

Non so chi riesca a immaginare due milioni di corpi l’uno accanto all’altro, comunque siamo già a buon punto, se così macabramente si può dire, visto che circa 400mila persone sono già effettivamente morte negli ultimi anni a causa di questa specie di guerra civile interna. Questo conflitto infatti, iniziato nel febbraio del 2003, vede contrapposti i Janjawid, un gruppo di miliziani islamici reclutati fra i membri delle locali tribù nomadi dei Baggara, e la popolazione non Baggara della regione (principalmente composta da tribù dedite all’agricoltura). Il governo sudanese, pur negando pubblicamente di supportare i Janjawid, ha fornito loro armi e assistenza e ha partecipato ad attacchi congiunti rivolti sistematicamente contro i gruppi etnici Fur,  ZaghawaMasalit.

Come troppo spesso accade i civili inermi, le donne, i bambini, sono i più colpiti dalla crisi, e i due milioni suddetti sono gli sfollati dai loro villaggi. Sino ad inizio marzo tali sfollati erano perlomeno leggermente assistiti dalle ONG presenti, ma da qualche settimana queste sono state allontanate dal Governo, per ritorsione contro la decisione della Corte Penale Internazionale di perseguire il presidente Sudanese Bashir per crimini contro l’umanità.

Questo allontanamento lascia appunto 2 milioni di sfollati, che vivono in improvvisati campi profughi senza nulla. Senza assistenza, senza protezione contro altri attacchi delle milizie, senza accesso all’acqua, senza cure mediche, senza speranza.

Ed intanto i nostri telegiornali continuano a informarci minuziosamente sulle indagine degli stupri e degli omicidi italiani, tragici certo, ma sui quali i fatti sono già avvenuti, non possiamo farci niente, e solo la giustizia e le forze dell’ordine possono intervenire per determinare i colpevoli e condannarli. In sudan invece i fatti stanno accadendo adesso, giorno dopo giorno, oggi moriranno dei bambini che potevano essere salvati, domani moriranno dei bambini che potrebbero essere salvati, se solo l’opinione pubblica fosse adeguatamente informata e potesse quindi sollevarsi e costringere la politica a più decisi interventi.

Se volete fare anche voi il vostro possibile per non far morire quei bambini, firmate l’appello per sollecitare i mass-media a dare maggiore spazio a questa terribile situazione.

Bookmark and ShareGianni Girotto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: