Tracce

Il mio tentativo per ricevere e dare informazioni utili.

Amazzonia, hacker e mucche….

Posted by giannigirotto su 2 aprile 2009

Di primo acchito non si capisce cosa c’entrano gli hacker con l’amazzonia…….

E’ da molti anni invece che si sa che la foresta più grande e rigogliosa e ricca di biodiversità al mondo viene bruciata per far posto ai pascoli (Il 79,5% delle aree recentemente deforestate in Amazzonia è stato destinato al pascolo), che naturalmente non vengono consumati in loco, ma esportati…..la massa dei brasiliani non ha tutti ‘sti soldi per mangiarsi le mucche che vengono allevate nei loro territori…..

Gli hacker cosa c’entrano? c’entrano perchè penetrano nei sistemi computerizzati di gestione di queste “quote taglio”, facendo “sparire” i carichi di legname già effettuati o diminuendo le tonnellate dichiarate, e permettendo quindi alle compagnie esportatrici di moltiplicare i loro traffici.

Il Ministero dell’Ambiente Brasiliano aveva cioè cercato di regolamentare il traffico istituendo un apposito sistema informatico su cui memorizzare tutti i trasporti delle società dotate di permesso di taglio e commercio, ma queste ultime hanno assoldato un esercito di hacker per inserirsi fraudolentemente nel sistema ed alterare i dati registrati. Come sempre fatta la legge trovato l’inganno.

Intanto l’Amazzonia continua a bruciare e ad essere tagliata, circa 18mila km quadrati all’anno (casualmente un area pari proprio al mio Veneto….impressionante per me immaginare la mia regione rasa al suolo…..), e in definitiva sino ad oggi circa un sesto della foresta Amazzonica se nè già andata……

Vorrei diffondere pertanto l’appello di Pietro Dal Dosso, di GreenPeace, una somiglianza impressionante con Roberto Saviano, sopratutto nello sguardo, pieno di rabbia per quello che è costretto a vedere e di determazione a non mollare mai, il quale ogni volta che sorvola la foresta amazzonica viene sopraffatto da tanta bellezza (e ricchezza di biodiversità) e si domanda angosciato “Perchè?, perchè distruggerla?”. Ed io aggiungo, perchè suicidarsi?, visto che l’eliminazione di tale mastodontico polmone verde è un vero è proprio suicidio per le conseguenze climatiche che comporta…..

Beh, se non sieti inclini al suicido collettivo, nel mio piccolo ho inserito nella sezione “Agisci” del presente sito, anche il collegamento con il sito di GreenPeace e le sue campagne per la salvaguardia dell’ambiente………perchè dopotutto è l’ambiente che ci consente di sopravvivere, non le fabbriche……Gianni Girotto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: