Tracce

Il mio tentativo per ricevere e dare informazioni utili.

Il vaso di Pandora….

Posted by giannigirotto su 29 giugno 2009

Come ho dichiarato in uno dei miei “Credo“, la TV rimane oggi un mezzo troppo importante e diffuso per poter pensare di fare informazione senza di essa.

Tra le realtà di TV libere che trasmettono via etere, vi è appunto “Pandora”, della quale voglio riportare l’ultima newsletter, sperando che possa coinvolgere anche qualcuno di voi….

Entro la prossima settimana sarà on line il nuovo sito. Pandora sara ancora più tv e proseguira nel suo intento di offrire un’informazione realmente libera e indipendente.

Tra le quattromila adesioni al progetto Pandora raccolte a partire dall’appello di marzo 2008 c’e anche la tua. Vuol dire che ti aspettavi il grande cambiamento che si preparava nel mondo, e volevi che la crisi non venisse raccontata solo da chi l’aveva causata. Sapevi che i grandi organi di informazione erano pronti a deluderti ancora di più: la TV che nasconde la crisi, che non vede i pericoli per la democrazia, che ti rovescia addosso le bugie di guerra, che vuole solo intrattenitori mediocri e cortigiani e manda via quelli bravi e liberi, e intende amministrare i tuoi pensieri.

Percio, quando hai firmato, Pandora ti e apparso un format televisivo diverso, innanzitutto perché gradiva che fossi anche tu l’editore, senza padroni. E poi perché voleva portare a tante persone le notizie che mancavano. Sapevi che milioni di cittadini ormai comunicavano con la Rete, ma molti di più non lo facevano, e non leggevano nemmeno i giornali: la TV era importantissima.

Sei tra coloro che hanno idee più coraggiose di tutti. Quattromila persone attente all’emergenza che minaccia l’informazione e la liberta.

Il problema e che quattromila idee coraggiose non bastano, se appena mille persone hanno sottoscritto i fondi necessari a partire. All’appello mancano ancora molti sottoscrittori, fra quanti avevano pure comunicato la disponibilita a versare almeno 100 euro. È la maggior parte. Quasi 3 su 4.

Noi stessi abbiamo commesso errori di valutazione. Non abbiamo calcolato in modo realistico le grandi difficolta che ci trovavamo di fronte: la profonda crisi culturale e democratica del paese, la spaccatura a sinistra tra intellettuali ormai incapaci di trovare un linguaggio comune e comuni obiettivi, un pubblico sempre più annichilito dall’agonia dell’informazione, una crisi economica vasta, tale per cui molti di voi, pur volendo, non avevano modo di aiutarci concretamente.

Finora sono stati raccolti soltanto 114mila euro. È tanto, a pensarci, ma ancora poco.

Sono stati spesi per realizzare servizi, comprare attrezzature, rimborsare chi ha girato per noi, ma quasi tutti nella redazione hanno lavorato a costi non di mercato. Un gruppo di ragazzi ha lavorato perfino gratuitamente per mesi, credendo nel progetto: c’è tutto l’orgoglio di aver costruito un archivio di notizie diverso, si parlasse di Gaza o di lavoro, di cultura o di ambiente, oppure di cosa succede davvero in Europa o in Abruzzo.

Abbiamo trasmesso più sul web che su altri canali, ma siamo solo ai primi passi. Le possibilita sono molto più grandi. E ci muoveremo, compatibilmente con i mezzi che avremo, per stare sulla cronaca degli avvenimenti correnti.

Moltissmi ancora non ci conoscono nemmeno. Pandora TV e nata per esprimere la voce dei mille gruppi di cittadini che lavorano per un nuovo modo di vivere e consumare. Noi li invitiamo a fare conto sul nostro canale, che li trasmetterà e che sarà il loro. Pandora Tv e di tutti quelli che vogliono non solo vederla e sentirla, ma servirsene.

In piccola scala, e stata costruita un’agenda televisiva insolita, che ti da l’idea di come potrebbe essere potente una TV con più mezzi, che intenda diffondere quel che qualcuno non vuole che tu sappia, e che riesca a neutralizzare le armi di distrazione di massa. In ogni caso una voce chiara di alternativa.

I soldi rimasti ora sono molto pochi. Tra i fini del progetto e i mezzi a disposizione non c’è equilibrio. Ricorrere a grandi finanziatori (sempre che ci siano per un progetto del genere) significa scendere a patti.

Stiamo partendo con un nuovo sito che rilanceremo a settembre, un sito migliore, più ampio, più a misura dei compiti che ci siamo prefissi. Un progetto che sara realizzato da giovani, per parlare ai giovani, uscendo da linguaggi autorefenziali e dai ‘grandi nomi’ perché il suo obiettivo non sara parlare a chi gia sa, ma a chi vuole sapere e non ha mezzi, né guide. Ma per riuscirci serve una cosa: il tuo sostegno.

Possiamo farcela, impegnandoci insieme: il momento giusto è adesso.

Il direttore di Pandora Tv è, da adesso, Giulietto Chiesa.

Bookmark and Share

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: