Tracce

Il mio tentativo per ricevere e dare informazioni utili.

Agisci: scrivere serve!

Posted by giannigirotto su 24 luglio 2009

Come ho scritto nella premessa della mia sezione “Agisci“, molto spesso si è scoraggiati in partenza perchè si pensa che questa forma di protesta non serva a granchè. Beh, non è vero, ci sono migliaia di esempi che dimostrano il contrario! Riporto con piacere l’ultimo di questi esempi, nel quale un’iniziativa di GreenPeace ha visto concretizzarsi un effetto positivo per quanto riguarda la salvaguardia del più grande polmone della terra, la foresta amazzonica. Armatevi di penna quindi, o meglio di mouse, e scrivete.

GRAZIE A TE NIKE E GEOX SI SONO IMPEGNATI PER L’AMAZZONIA

Cari cyberattivisti ,

grazie al vostro impegno oggi possiamo festeggiare insieme una doppia vittoria della campagna “Deforestazione Zero”!

Le vostre firme infatti hanno fatto sì che due delle aziende coinvolte nell’inchiesta “Amazzonia che macello!” rivedessero la propria politica di acquisti di pelle bovina:

* Nike ha messo a punto una nuova politica di approvvigionamento che obbliga i propri fornitori a certificare in maniera formale che la pelle bovina venduta non provenga dal bioma amazzonico

* Geox si è impegnata “ad attivare strumenti contrattuali di verifica volti ad evitare in maniera assoluta di favorire – anche solo indirettamente – il fenomeno denunciato da Greenpeace”.

Questo risultato è stato raggiunto soprattutto grazie al vostro contributo e per questo vi ringraziamo sinceramente e vi chiediamo di continuare ad aiutarci per salvare l’Amazzonia e il clima del pianeta.

Siamo molto soddisfatti dell’impegno assunto da Geox e Nike ma crediamo anche che questo dimostri come anche le altre grandi multinazionali, che producono e vendono scarpe sportive in tutto il mondo, possono e devono agire immediatamente. Se ora anche Timberland, Clarks, Adidas e Reebok si assumeranno la responsabilità degli effetti che le proprie politiche di acquisto producono, avremo fatto qualcosa di concreto per combattere la deforestazione e il cambiamento climatico”.

Cosa vi chiediamo? Di continuare a fare pressione sugli altri grandi marchi. Chiediamo a Timberland, Clarks, Adidas e Reebok di interrompere gli acquisti dall’intero bioma amazzonico fino a quando non saranno disponibili dei sistemi di tracciabilità tali da garantire che nessuno dei propri prodotti provenga dalla deforestazione dell’ultimo grande polmone del nostro pianeta.

Finora più di 32.000 cyberattivisti hanno già partecipato, partecipa anche tu e chiedi anche ai tuoi amici di salvare un pezzo d’Amazzonia!

Scrivi a Timberland, Clarks, Adidas e Reebok e chiedigli di prendere un impegno serio per salvare l’Amazzonia e il clima del nostro pianeta.

CHIEDI A TIMBERLAND, CLARKS, REEBOK E ADIDAS DI FARE QUELLO CHE GEOX E NIKE HANNO APPENA FATTO.

TIMBERLAND, CLARKS, REEBOK E ADIDAS HANNO UNA RESPONSABILITA’ DIRETTA nel fenomeno della deforestazione in Amazzonia. Nonostante le migliaia di lettere e sollecitazioni di Greenpeace queste aziende continuano ad accampare scuse e non hanno ancora preso un impegno serio.

Grazie mille e a presto!

Chiara Campione
Responsabile campagna Foreste

PS: Come saprai, Greenpeace è indipendente e realizza le sue campagne solo grazie all’aiuto di singole persone come te. Se non lo sei già, diventa un sostenitore di Greenpeace! Sostieni questa e altre campagne in difesa del pianeta cliccando qui.

-

Bookmark and Share

Una Risposta to “Agisci: scrivere serve!”

  1. […] Leggi l’articolo completo… RSS Filed under: ambiente […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: