Tracce

Il mio tentativo per ricevere e dare informazioni utili.

Indispensabili – L’anticasta: Correggio – Padova

Posted by giannigirotto su 9 dicembre 2010

Dopo aver inserito diverso tempo fa il libro “La Casta” nella mia sezione “Indispensabili“, sono estremamente felice di poter iniziare l’inserimento di estratti, capitolo per capitolo, di questo testo che spero diventi un punto di riferimento per tutti coloro che vogliono utilizzare le esperienze positive già portate a termine in varie località italiane, per replicarle ovunque sia opportuno. Segnalo solo che questo libro parla di esperienze italiane, mentre in un altro testo, “Voglia di Cambiare“, sempre presente nella sezione “Indispensabili“, sono contenute le esperienze di successo avvenute in vari Paesi Europei.

Invito tutti, una volta letto questi interessatissimi estratti, di comprare il testo originale per poter completare la lettura, e magari a regalarne una copia ai propri consiglieri comunali, per far loro vedere come un’altro modo di amministrare è possibile.

Ecco il capitolo (clicca sulla copertina per vedere gli altri…):

LA TELA DI CORREGGIO

Correggio è un comune dì 24.000 abitanti della Provin­cia di Reggio Emilia…ri­sparmio e all’efficienza energetica degli edifici, in termini di coibentazione, infissi, isolamento…All’interno delle politi­che comunali sull’energia denominate “Alla luce del sole”, il Comune di Correggio ha attivato un punto energia, un servizio affidato a un esperto che riceve su appuntamento due giorni alla settimana e può dare informazioni e con­sigli su come risparmiare energia e come produrla in mo­do pulito senza inquinare…A questi interventi sono stati affiancati i lavori di ri­qualificazione dell’illuminazione pubblica del territorio. Tra i dati di risparmio energetico più importanti vi è la so­stituzione di circa 1000 lampade da 125 watt a ioduri me­tallici (luce bianca) con lampade da 70 watt al sodio alta pressione (luce gialla)…una scuola costruita secondo i criteri della “casa clima”, ossia a basso consumo energetico: i principali accorgimenti tecnici adottati in questa dirczio­ne consistono nelle sonde geotermiche che provvedono a reperire nel terreno l’acqua calda per il riscaldamento, nella dotazione di pannelli fotovoltaici, nei lucernai del corridoio che contribuiscono all’illuminazione senza con­sumo, nella parziale copertura del tetto con terriccio ed erbe speciali per garantire maggior isolamento termico… l’edificio consuma pochissimo e grazie al­le fonti rinnovabili diventa il primo edificio pubblico di Correggio a raggiungere l’indipendenza energetica…

Se a tutto questo aggiungiamo il percorso intrapreso dal Comune per raggiungere la certificazione EMAS, i progetti di mobilità sostenibile (bicibus, car-sharing ecc.), l’introduzione dei prodotti biologici nelle mense scolasti­che, l’attivazione del porta a porta per la raccolta differen­ziata dei rifiuti, la mostra-mercato “Utile netto” per la ven­dita di prodotti della filiera corta e del commercio equo e solidale, si può solo sperare che il Comune insista a per­correre questa strada, del buon senso…

PADOVA È LA STRADA

…Il suo piano energetico comunale è la tappa esemplare che affrontiamo adesso…Il piano di efficienza energetica del Comune di Padova è partito da qui, da una valutazione analitica e scrupolosa dei consumi storici, degli impiantì esistenti, delle tecnolo­gie in uso…In seguito allo studio, durato otto mesi, è stata condotta l’analisi dei dati raccolti e la valuta­zione degli interventi da sostenere, valutandone gli oneri economici e i benefici ambientali…si va dalla sostitu­zione di tutti gli apparecchi illuminanti obsoleti e delle re­lative lampade a bassa efficienza della pubblica illuminazione alla sostituzione delle lampade a incandescenza de­gli impianti semaforici con lampade a LED (che consuma­no l’80% in meno a parità di luce emessa); dalla sostitu­zione dei veicoli in dotazione al Comune con mezzi bifuel (a doppia alimentazione) alla realizzazione di più impian­ti a metano in città; dalla realizzazione di un generatore fotovoltaico in un parcheggio scambiatore all’installazio­ne di pannelli solari per il riscaldamento dell’acqua in di­verse scuole e impianti…

…Solo rimanendo al dato relativo alla pubblica illumina­zione c’è da rimanere senza parole! Alla fine degli inter venti di riqualificazione energetica si otterrà un risparmio di energia elettrica pari a 6.543.000 kWh/anno, per oltre 600.000 euro di risparmio…

Bookmark and Share Gianni Girotto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: