Tracce

Il mio tentativo per ricevere e dare informazioni utili.

Indispensabili – L’anticasta – Il parco dove tutto è possibile

Posted by giannigirotto su 19 dicembre 2010

Dopo aver inserito diverso tempo fa il libro “La Casta” nella mia sezione “Indispensabili“, sono estremamente felice di poter iniziare l’inserimento di estratti, capitolo per capitolo, di questo testo che spero diventi un punto di riferimento per tutti coloro che vogliono utilizzare le esperienze positive già portate a termine in varie località italiane, per replicarle ovunque sia opportuno. Segnalo solo che questo libro parla di esperienze italiane, mentre in un altro testo, “Voglia di Cambiare“, sempre presente nella sezione “Indispensabili“, sono contenute le esperienze di successo avvenute in vari Paesi Europei.

Ecco i capitoli (clicca sulla copertina per vedere gli altri…):

LE STELLE DI AVIGLIANA (TO)

… se si considera che il settore edilizio utilizza cir­ca il 40% dell’energia consumata in Italia, si capisce quan­to possa influire positivamente un’amministrazione vir­tuosa nella prescrizione di quanto debba consumare una nuova abitazione per poter essere edificata... una delle decisioni prese è che… non si prescrivono le tecnologie da utilizzare, ma si obbliga a costruire case che abbiano un consumo inferiore a una quantità data; in questo modo non si corre il rischio d’indicare tecniche e tecnologie superate e obsolete, in un settore dinamico co­me questo…

…stato istituito l’albo dei compostatori in cui i cittadini dichiarano di aderire al progetto del compostaggio domestico che consente una sostanziale riduzione della produzione dei rifiuti e una di­minuzione dei costi di gestione dello smaltimento…

…da segnalare il recupero di un’ex area produtti­va abbandonata nel paese, risanata da un punto di vista ambientale e restituita ai cittadini: oggi il Centro “La Fabrica” ospita la biblioteca comunale Primo Levi, una scuo­la di formazione, un auditorium, un centro anziani, uno stabilimento teatrale, oltre a una Videocommunity e a una sala per
esposizioni artistiche temporanee…

RECIPROCO SCAMBIO

“Ecoscambio” è un progetto attivato dal Comune di Follonica (GR) nell’ambito del Bando per il finanziamento di programmi relativi alla riduzione dei rifiuti promosso dell’Assessorato all’ambiente regionale e finanziato dalla giunta della Regione Toscana è infatti uno spazio pubblico messo a disposizio­ne dall’amministrazione comunale perché in forma assolu­tamente gratuita si lascino e si ritirino oggetti, contribuen­do responsabilmente alla qualità ambientale della città. Ecoscambio è un luogo fisico dove il cittadino può conferi­re gli oggetti perché altri li possano ritirare e utilizzare e dove si può prendere visione diretta degli oggetti disponi­bili ed eventualmente ritirarli direttamente. Ecoscambio è contemporaneamente un luogo virtuale sul sito ufficiale, dove è possibile consultare il catalogo online degli oggetti disponibili presso il centro, prenotare quelli di proprio in­teresse e ritirarli gratis entro i 1 5 giorni successivi presso la sede Ecoscambio. È un servizio pubblico rivolto esclusiva­mente al cittadino ed effettuato senza fini di lucro. È esclu­sa qualsiasi forma di pagamento dei servizi offerti…il tutto è gestito per via informatica, visibile anche su Internet, regolato da una tessera magnetica distribuita ad ogni famiglia…insomma un bjoux…

QUANDO E IL NEGOZIO A RIDURRE

La città di Piossasco (TO) ha istituito un fondo desti­nato all’incentivazione degli interventi per la riduzione dei rifiuti alla fonte e l’uso di buone pratiche ambientali rivol­to agli esercenti commerciali di vicinato e alle attività di somministrazione di alimenti e bevande in pubblici eser­cizi… in pratica vendere bevande/detersivi sfusi e non in confezione, usare le buste di stoffa, ridurre gli imballaggi…

IL PARCO DOVE TUTTO È POSSIBILE

Riassumo la storia della nascita di un parco giochi a Settimo Rottaro (TO)… luogo ove ancora si ricordano della fabbrica di Adriano Olivetti… In quella fabbrica non lavoravano manovali e operai, ma uomini e donne, i superiori trattavano alla pari i loro subalterni e ognuno, frequentando i corsi organizzati dal­l’azienda, poteva farsi una cultura. Nelle pause pranzo si poteva assistere a una pièce di De Filippo o ascoltare Giorgio Gaber. Negli spazi di lavoro si potevano ammira­re opere di Guttuso, De Pisis, Kandinskij, Klee, Mafai, Morandi, Casorati, Carrà, De Chirico. Gli edifici indu­striali e gli spazi vendita li progettavano Ignazio Gardella, Figini e Pollini, Zanuso, Fiocchi, Gae Aulenti, De Lucchi. L’azienda garantiva poi un efficiente servizio di trasporto per chi abitava fuori città, servizi medici e sociali all’a­vanguardia, soggiorni estivi per i figli dei dipendenti, asi­li nido per consentire alle mamme di poter lavorare. Fu la prima azienda a proporre la riduzione dell’orario senza riduzione dello stipendio…

Il parco è stato realizzato tenendo conto dei desideri dei bambini, ma è dotato di pannelli solari che producono 30 Megawatt di energia elettrica, è stato cofinanziato da Banca Etica, con lo slogan “c’è chi finanzia i pannelli solari per l’energia pulita e chi le armi”, ed è dotato di una fontanella pubblica, opportunamento costruita, che eroga acqua liscia e gasata, che è diventata punto di aggregazione ove si riempiono le bottiglie per il consumo domestico e si risparmiano i relativi soldini che altrimenti si spenderebbero al supermercato…. Quasi tutti sanno che l’Italia è uno dei maggiori consuma­tori al mondo di acqua in bottiglia mentre quella che sgor­ga dai nostri rubinetti, nella maggior parte dei casi, è di ottima qualità, severamente controllata e costa pochissimo. È però in corso una feroce battaglia per sottrarre l’acqua dalla lista sempre più risicata dei beni comuni e questo elemento vitale e prezioso sarà la causa delle guerre nel prossimo futuro

Bookmark and Share Gianni Girotto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: