Tracce

Il mio tentativo per ricevere e dare informazioni utili.

POP ECONOMY: Consumatori di tutto il mondo, unitevi e CONDIVIDETE!

Posted by giannigirotto su 19 gennaio 2011

Sono particolarmente lieto di scrivere questo articolo, che vado ad inserire strutturalmente nella mia sezione “Risparmio” con il titolo di “Condivisione/Sharing”.

Sono lieto perchè questa sezione è la concretizzazione di quanti benefici pratici, cioè economici e reali, possa portare la diffusione e l’uso di uno strumento come Internet, che viceversa viene visto, da ancora troppi italiani, come una “diavoleria tecnologica” astratta ed esterna alla normale quotidianità.

Ed invece Internet può servire, e realmente serve, anche per condividere le risorse, i mezzi, gli strumenti, il tempo, in modo di non essere costretti ad acquistare, noleggiare, spendere. Ecco allora che si possono condividere le biciclette, i tragitti in auto, camere da letto per ospitarsi a vicenda, quando non adirittura l’intera casa per farsi una vacanza appunto scambiandosi le case per qualche tempo, si possono barattare e scambiarsi gli oggetti più vari, gli abiti (tipo mercatini di una volta, con la differenza che l’ambito territoriale può essere molto ma molto più vasto), ci si può scambiare il tempo con le banche del tempo, organizzare al meglio i rapporti con il vicinato ottimizzando tempi e spazi, si possono organizzare e gestire acquisti alimentari singoli e di gruppo direttamente al produttore eliminando la filiera di intermediari, cercare un piccolo finanziamento per far partire un proprio progetto, condivedere spazi di lavoro (cioè uffici attrezzati) con altri professionisti, affittare immobili o i attrezzi direttamente evitando le intermediazioni, ecc. ecc. ecc…

La genesi e lo sviluppo di queste iniziative sono ben spiegate dall’autrice del sito suddetto, per cui non starò certo a scimmiottare quanto Loretta Napoleoni ha ben spiegato. Cliccando nell’immagine sopra invece entrerete direttamente nel sito che la stessa ha appositamente creato per entrare nel dettaglio di quanto sopra accennato, con tutti i collegamenti alle varie iniziative già attive.

Posso solo dire che al momento la maggior parte delle iniziative sono ancora di lingua inglese e funzionano nelle grandi città, ma come si dice ormai il dado è tratto e indietro non si torna, dal momento che queste sono iniziative che nascono “dal basso”, per necessità ed inventiva, e continueranno a crescere e svilupparsi. Io da parte mia cercherò nei miei ritagli di tempo di testare tali servizi e di riportare le informazioni più importanti, ma come sempre chiedo l’aiuto di chi può già dire qualcosa in proposito, o tramite i commenti o scrivendomi…

Una cosa mi permetto di consigliare, per non rimanere esclusi da questo mondo che si sta sviluppando, tenete d’occhio le promozioni nelle quali vengono venduti gli smartphone, sceglietene uno dotato di GPS e con una proposta tariffaria che vi permetta di “navigare” liberamente in Internet il più possibile. Saranno queste le cose che (stanno già facendo e) faranno sempre più la differenza, cioè l’essere da una parte o dall’altra del “digital divide.

Buona condivisione…

Bookmark and Share Gianni Girotto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: