Tracce

Il mio tentativo per ricevere e dare informazioni utili.

Indispensabili – La Casta bianca – Cap. 8) Il paziente

Posted by giannigirotto su 13 maggio 2011

Ho aggiunto alla mia sezione Indispensabili il presente libro: “La Casta bianca“. Questo  libro  racconta  la  malasanità, la  denuncia,  ma  soprattutto  la  spiega. Perchè c’è  un  filo che  tiene  uniti  la  clinica  degli  orrori  Santa Rita,  lo  scandalo  della  sanità  abruzzese, i  tragici  errori  da  cronaca nera e i piccoli  grandi  disservizi  nei  quali  spesso  ci  imbattiamo.  C ‘è  un  sistema,  volutamente  distorto,  che  guida  molte  delle  logiche  della  gestione della  nostra  salute. E  conoscerlo  può  essere utile  per  capire  che cosa  stanno  combinando  sulla  nostra  pelle.

Cap. 8 ) Il paziente: dove l’ignoranza s’incontra con la lusinga e la cosiddetta medicina alternativa

…  il problema dell’esistenza di un esercito di NON medici che visitano e offrono terapie e cure… A noi tocca attendere il prossimo incidente grave o il prossimo decesso, mentre guaritori e imbonitori restano con studi  aperti e frequentatissimi…

questo non significa che la medicina naturale, la naturopatia non sia valida, al contrario, ma deve essere praticata da persone veramente competenti… I medici “normali ” sono allopati ; non conoscendo le possibili terapie naturali , effettuano interventi invasivi evitabili se solo conoscessero la medicina naturale. Abbiamo visto come l’invasività inutile non sia frutto di ignoranza dei rimedi naturali, ma abbia ragioni economiche, e ciò rende i naturopati credibili agli occhi della gente, mentre gli allopati appaiono detestabili… La medicina naturale è stata riconosciuta dall’OMS a livello generico, senza però fornire linee guida. Per ora (negli USA e in Inghilterra) non esistono leggi che determinino questo tipo di figura. In Germania gli
Heilpratiker (operator i della medicina naturale) sono riconosciuti e tutelati , mentre in Italia siamo lontani da tale possibilità. Forse ci sono dietro interessi della classe medica ufficiale, che non vuole concorrenti, ma soprattutto non vuole confrontarsi con altri operatori della salute per non trovarsi a rivedere i propr i principi , che i naturopati definiscono errati?
La verità è che la naturopatia non è un elenco di tecniche stupide e pericolose, come molti medici credono, ma è insegnata da stupidi pericolosi in scuole molto carenti . Gli insegnanti che vi operano non sono all’altezza della loro “missione” , e la pletora di ciarlatani e faccendieri , tutti dietro al nuovo mercato di creduloni , ha fatto sì che per un naturopata serio ce ne siano decine di poco seri.

per quanto riguarda l’omeopatia, senza prendere posizione, si ricorda che… Il prodotto omeopatico è regolamentato e inserito nella farmacopea italiana, parimenti ai farmaci allopatici. La sua prescrizione, per legge, è un atto medico. Ciò significa che, se un naturopata che non è anche medico abilitato prescrive un farmaco inserito nella farmacopea italiana, per la legge commette un reato penale…

medicine contraffatte (vedi anche approfondimento sul libro “Economia Canaglia”): Le medicine contraffatte rappresentano una percentuale compresa tra il 5 e l’8 per cento…ricordiamo che… la vendita dei farmaci tramite Internet è vietata… Si paga per avere in cambio la classica “sola”, convint i di avere risparmiato o di avere scelto cure più naturali . Il caso dell’erba taroccata col Viagra, capace di indurre l’erezione, è solo uno dei tanti modi con cui la fantasia farmacologica dei truffatori si esercita utilizzando gli imbecilli che ci cascano. Ma non si tratta solo di costoro. Una delle ragioni per cui ci si rassegna ad acquistare tramite Internet è l’aumento del prezzo delle confezioni.  Un’altra ragione, prevalente negli USA, è il costo della prestazione medica che dà accesso alla prescrizione. Per cui i poveri comprano in Internet antibiotici per cani e gatti , dandoli ai loro figli con mal d’orecchie o mal di gola…

Segue una lunga disquisizione su ciarlatani, imbroglioni, falsi geni, che sfruttano le debolezze di ognuno di noi per propinarci rimedi di ogni tipo. Il giudizio è ovviamente impietoso, sono veramente molto rari coloro che sono in buona fede ed hanno ragione…

…Che si voglia o no, il mercato delle medicine alternative è talmente forte da obbligare il Parlamento a legiferare in materia. Il disegno di legge sulle medicine alternative prevede che l’esercizio delle terapie “dolci ” vada affidato solo a laureati in Medicina. Le terapie interessate sono: agopuntura , fitoterapia, omeopatia, omotossicologia, medicina antroposofica, medicina tradizionale cinese. E le altre centinaia?

l’aspetto forse più pericolo e meno conosciuto è dovuto al fatto che… i rimedi alternativi , compresi quelli omeopatici e fitoterapia , sono prescritti da non medici e si comprano senza ricetta. Numerosi corsi di omeopatia vengono frequentati da  farmacisti, biologi e psicologi che nulla sanno di clinica e di allergie, men che meno di eventuali terapie in corso. Ciò è possibile perché quei preparati non sono farmaci , bensì rimedi , e la direttiva europea 92/73/CE E che ne regolamenta la produzione e il commercio consente il loro dilagare tra offerte alla moda , poco controllate, esposte perfino al supermercato, dove assumono la falsa veste di “integratori alimentari”.
Nessun obbligo di segnalazione delle reazioni avverse, né di riportare in etichetta la data di scadenza e nemmeno tutti i composti presenti nel preparato, in cui possono perfino essere mischiati farmaci o conservanti che di naturale non hanno proprio nulla... segue un’analisi dell’omeopatica, e diversi esempi di effetti collaterali dovuti ad usi impropri di farmaci omeopatici a bassa diluizione, che per l’appunto sono potenzialmente pericolosi ma di cui stranamente è libera la vendita…

ugualmente potenzialmente molto pericolose possono essere anche i rimedi basati sulle piante, che naturalmente possono essere anche assolutamente validi, il discorso è sempre quello della competenza del medico… I problemi più frequenti sono quelli della tossicità epatica, con aumento delle transaminasi e ittero. Possono essere dovuti non tanto alla pianta ma alla sua essiccazione e conservazione, con possibile crescita di muffe... e come sempre c’è chi tarocca le piante aggiungendo altri elementi, naturali e non, con conseguenze spesso gravi... come sempre la possibilità di vendita libera al supermercato e la pubblicità fanno diventare il tutto un semplice business, nel quale vige la sola regola di vendere il più possibile… Sanno bene quei signori, dall’esperienza dei farmaci da banco come il Moment, pe r esempio, che per ogni euro speso in pubblicità ne tornano indietro 1,50. Investendo venti milioni tra TV e giornali , se ne intascano trenta, che fanno contenti tutti , produttori , pubblicitari radiotelevisivi , editori e commercianti , farmacisti inclusi. E  i consumatori?… beh, non si può far contenti tutti…

_________________________________________________________________

Come sempre vi ricordo  alcuni strumenti che possono migliorare la situazione, strumenti a disposizione di tutti:

1) Come l’autore propone,Serve prendere carta e penna e descrivere ai carabinieri del Nas oppure alla Guardia di Finanza, per filo e per segno, ciò che capita nel vostro reparto. Se temete di subire un licenziamento, non parlatene con nessuno e trovate voi il modo più prudente di farlo; l’importante è essere dettagliati, rigorosi e mai arrabbiati.

2) Utilizziamo Internet in modo attivo, non solo come meri spettatori, ed in questo caso specifico DIAMO UN VOTO ALLE STRUTTURE SANITARIE, tramite un apposito sito completamente gratuito, e che ci permette di condividere con tutte le nostre esperienze e viceversa di poter visionare le esperienze altrui per valutare il da farsi (clicca nelle frase in maiuscolo per l’articolo di approfondimento…)

3) Diffondiamo e supportiamo i gruppi di medici onesti che non vogliono farsi corrompere in alcun modo dalle grandi case farmaceutiche internazionali, che offrono loro viaggi, premi, e regali di ogni tipo pur di avere giudizi compiacenti sui loro prodotti. Per esempio in Italia vi è l’Associazione “No grazie pago io” (clicca per l’articolo di approfondimento).

4) Richiedete sempre di utilizzare i farmaci equivalenti (detti anche “generici”), sono sicuri, efficaci e controllati come gli “originali”, ma costano decisamente meno.

Nelle prossime settimane, tempo permettendo, continuerò ad inserire gli estratti, capitolo per capitolo di questo libro… sappiamo tutti che non c’è nulla di più importante della salute, quindi mi scuserete se ripeto che è veramente indispensabile… intanto chi vuole leggerselo per conto suo basta che clicchi sulla sua copertina e potrà scaricare gratis una versione elettronica (PDF) dello stesso che ho trovato in rete…

se ti piace condivi su Facebook e/o altri siti cliccando qui a destra Bookmark and Share  Gianni Girotto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: