Tracce

Il mio tentativo per ricevere e dare informazioni utili.

170 mila tonnellate di cancerogeno dicloroetano (DCE)

Posted by giannigirotto su 20 maggio 2011

 notizie dall’Ecoistituto del Veneto

S.O.S. DATECI UNA MANO A RACCOGLIERE 19 MILA EURO!CHIUNQUE VUOLE AIUTARCI A SOSTENERE LA CAUSA DELLA DIFESA DELLA SALUTE PUBBLICA E DELL’AMBIENTE PUO’ FARLO: ORA E’ IL MOMENTO GIUSTO!!! 1. col bollettino di Conto Corrente (che riceverete anche col libretto di Gaia “Nucleare Addio” che vi stiamo spedendo) n. 29119880       

2. o con un bonifico bancario all’IBAN  IT90 SO63 4502 0220 7400 0757 60P

entrambi intestati a Ecoistituto del Veneto – Mestre                 Causale: sostegno Ecoistituto

3. PER CHI PUO’, CHIEDIAMO DI PARTECIPARE ALLA SERATA “MATERASSI” LUNEDI’ 23 ORE 20.30

presso il Centro CittAperta a Mestre via Col Moschin 20 (traversa tra via Felisati e via Sernaglia) :

ogni coppia presente fa entrare all’Ecoistituto 20 euro.       per conferma tel.Maria 333 7035 700

Abbiamo ricevuto un prestito di 11’000 euro, un contributo da 25 e uno da 35 euro. Ci auguriamo che molti contributi arrivino prossimamente!

Grazie a tutti in anticipo,

Il TAR con due sentenze sulla chimica del cloro a Marghera ha purtroppo sposato le scelte delle aziende, dando torto ad Ecoistituto del Veneto e Associazione Bortolozzo sui seguenti punti:   

  1. a.       l‘aumento produttivo del cancerogeno dicloroetano (DCE) da 100 a 170 mila tonnellate all’anno. Per questo aumento non servirà la VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) , poiché il ministero dice che non cambiano le emissioni. In realtà, non cambiano le concentrazioni a camino, ma quasi raddoppiano i metri cubi emessi e quindi le quantità di mg di DCE che ricadono sulle nostre teste. Questa volta si è scelto di essere deboli coi forti e forti coi deboli.  Si obbliga alla VIA ed alle relative carte e costi e coinvolgimento della popolazione per il nuovo silos di mais a Ceggia, per l’aumento del 25 % di produzione di mangimi per cani a Portogruaro e per i 2 km di strada a Jesolo o per la darsena da 50 posti barca a Cavallino, ma chi produce e sparge cancerogeni è lasciato lavorare e lucrare indisturbato, anche se nella nostra provincia abbiamo record di tumori alle vie respiratorie, del fegato, della pelle e delle mammelle, e la gente vede attorno a se esplodere sempre nuovi casi di cancro.
  2. l’aumento produttivo di CVM e PVC: dopo la bocciatura del  progetto in commissione VIA da parte del Ministero dell’Ambiente, un nuovo progetto è stato presentato e approvato in Consiglio dei Ministri, senza seguire le regole della legge. Tuttavia, come ha ribadito la sentenza del TAR, si è tenuto conto soprattutto “delle ripercussioni negative sull’occupazione, con conseguenti forti tensioni sociali, derivanti da una eventuale mancata autorizzazione del progetto.”

La legge sulla VIA viene quindi calpestata da volontà partitiche, che fra l’altro cozzano contro le valutazioni economiche di mercato, perché potenziare impianti obsoleti del 1970 è finanziariamente un suicidio! E’ assurdo garantire posti di lavoro esistenti, senza considerare il danno concreto e costoso alla collettività (basti pensare al conseguente aumento della spesa pubblica nel settore sanitario)! Questo significa rintanarsi in soluzioni semplici nell’immediato, che però continuano a creare problemi sempre più gravi –oltreché a loro volta costosi – invece che sforzarsi a trovare NUOVE SOLUZIONI OCCUPAZIONALI, che abbiano un FUTURO!

 

Per ora, non presenteremo ricorso al Consiglio di Stato perché risulta troppo costoso per le nostre casse.  Tuttavia non ci diamo per vinti!

L’Ecoistituto inizia da SUBITO la raccolta fondi per pagare la parcella da 43.956 euro presentata dall’avv. Silvia Manderino, che è la prima ed imprescindibile urgenza.

Ringraziamo gli avvocati, l’urbanista Carlo Giacomini, l’ing.chimico Franco Rigosi per il loro corposo lavoro.

Ricordiamo che gli avvocati Battain, Scatturin, Caburazzi, Zaffalon, ed altri con loro, ci hanno sostenuto gratuitamente in precedenti vertenze:

purtroppo, non sempre si può contare sui contributi di puro volontariato!!!

1. Sabato 21 dalle 9 alle 18 a Marcon, nel parcheggio dello Stadio, via dello Sport,  ECOSCAMBIO, perchè riutilizzare è meglio che buttare!Si scambiano, gratis, Libri e riviste, dvd, fumetti, vestiti, oggettistica, attrezzature sportive, piccoli elettrodomestici, ecc. Eco-Bacheca per mobili e ingombranti   altre info: www.ecovolontarimarcon.it

       

2. Domenica 22 ore 9.30 da Campo di Alano di Piave (BL)  5^ Escursione naturalistica per salvare la valle di SCHIEVENIN dal RISCHIO MINIERE.  Trovate il programma cliccando:     http://www.cai-tam.it/risorse2/schievenin2011.pdf

  1. 3.  Domenica 22 maggio 2011 al Mestre – Forte Marghera          Che forte il Forte!

 

AmicoAlbero  invita tutti a partecipare per difendere il Forte dal pericolo  privatizzazioni e cementificazioni
10-12 ESPERIENZA DI GIARDINAGGIO: insieme per prendersi cura del verde del Forte

12-13 VISITA GUIDATA alla scoperta del Forte,  a cura di Stefania e Luca

13-15 PRANZO al sacco o presso “La Dispensa” o dal “Gatto Rosso”

15-16 ALBEROFFICINA: creazione di piccoli giochi in legno

16-17 DIBATTITO sui Referendum NUCLEARE e ACQUA con Michele Boato

17,30-18,30 PROIEZIONE del documentarioTESSERA City

Dalle 18,45: VERDI POETICHE  di Roberta Vasselli

CONCERTO di RioTerà dele Tarante  Ser. Pe

BANCA DEL TEMPO: mercatino usato

AMICOALBEROdistribuzione piccole piante

ECOISTITUTO Ri-Libri e “Nucleare Addio”

SPIAZZI: Ri-Mercato autoproduzione con materiali di riuso

MIT: Museo delle Imbarcazioni Tradizionali

OIKOS: educazione naturalistica

SPIAZZI VERDI: laboratorio di serigrafia, distribuzione semi di orticole

LIPU, VIVERE MARGHERA, COMITATO ALBERI MARGHERA,

PAVAN cicli: montaggio bici

A disposizione la lettura del libro del   1885 di E.Caffi su La presa di Forte Marghera nel 1848

  1. Per il Referendum sul nucleare, che si tiene il 12-13 giugno, puoi leggere e scaricare il fascicolo su Nucleare e alternative, Votare Sì per fermare il nucleare cliccando       http://www.ecoistituto-italia.org/cms/files/fascicolo%20Vota%20Si%20per%20fermare%20il%20nucleare.pdf
  2. Per i Due Referendum sull’Acqua-Bene Comune da non privatizzare, puoi vedere e far girare questo breve video, cliccando:  

           http://www.ciaccimagazine.org/?p=5566

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: