Tracce

Il mio tentativo per ricevere e dare informazioni utili.

ADSL in zone scoperte, 4° articolo

Posted by giannigirotto su 30 maggio 2011

Non si sottolinerà mai abbastanza l’importanza di avere una buona fruibilità di Internet sia da casa che fuori, con delle adeguate velocità, reali, di tramissione/ricezione.

L’esperienza sia nazionale che mondiale infatti dimostra ampiamente che  vale l’equazione: più internet = più sviluppo economico/sociale, più imprenditorialità, più servizi disponibili, più scambi, più iniziative, più collaborazioni, più lavoro e spesso anche più tutela ambientale, visto che normalmente si favorisce il telelavoro e la compravendita online, quindi senza la necessità di utilizzo dell’automobile per gli spostamenti personali.

Aggiungo quindi un paio di segnalazioni a questo argomento di reale vitale importanza per lo sviluppo economico e culturale del paese (per chi fosse interessato rimando anche al primo , secondo e terzo articolo).

La prima segnalazione riguarda il “Progetto LUNA” mediante il quale Massimiliano Mazzarella sta concretizzando la sua idea di portare Internet veloce GRATIS, e scusate se è poco, a tutto il Trentino che ne è privo, cioè una grossa percentuale. Il tutto sfruttando sia fibra ottica come portante e tanti bei ponti radio per raggiungere le località più difficili. Il progetto ha meritato un bel servizio sulla rivista “Wired“, di cui alcuni stralci li trovate come sempre con san Google. Anticipo solo che la realizzazione è gratis poichè realizzata con un Partenariato pubblico Privato, nel quale il rientro degli investimenti verrà effettuato mediante la vendita di spazi pubblicitari e inserzioni di marketing personalizzato agli utenti del servizio… quindi tutto quadra, gli utenti appunto hanno un indispensabile servizio gratuito, e le aziende avranno dei ritorni sotto forma di acquisti di beni/servizi. Personalmente spero e mi auguro che questa iniziativa venga replicata al più presto in tuttta Italia.

La seconda segnalazione riguarda invece la Sicilia, dove gli fratelli imprenditori De Caro, Vincenzo e Davide hanno scomesso sulla tecnologia Wimax (sempre via radio insomma), e con la loro società Mandarin hanno già installato 100 antenne che portano la rete nelle zone scoperte. Ogni utente privato naviga a 7 Mbps mentre per le aziende ci sono abbonamenti di maggiore connettività. Anche in questo caso il progetto ha meritato un bel servizio sulla rivista “Wired“, io ho trovato solo un riassunto, per l’articolo completo ci vuole la copia cartacea, ma credo che il concetto si capisca lo stesso.

 

se ti piace condivi su Facebook e/o altri siti cliccando qui a destra Bookmark and Share  Gianni Girotto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: