Tracce

Il mio tentativo per ricevere e dare informazioni utili.

Ritorno al futuro – i Podcast (ovvero come diventare più informati…)

Posted by giannigirotto su 17 agosto 2012

Tutti conosciamo la radio, e tutti sappiamo che per certi aspetti e meglio della televisione, nel senso che non ti ipnotizza, non ti inchioda ad una sedia/poltrona ma ti permette di informarti passeggiando, girando in bici, guidando l’auto, cucinando o insomma facendo qualsiasi altra cosa.

Tutto quello che rimane da fare è pertanto scegliere i programmi di proprio gradimento ed ascoltarli. Però spesso questi sono trasmessi in momenti in cui non siamo disponibili, e quindi… quindi niente, dal momento che ormai la grande maggioranza delle trasmissioni radiofoniche vengono archiviate e rese disponibili per un utilizzo “differito” attraverso quello strumento che per l’appunto viene chiamato “Podcast”. Podcast è un termine coniato “ad hoc” recentemente, ma che in buona sostanza significa che io posso collegarmi con un archivio, su Internet, che contiene le mie trasmissioni radiofoniche preferite, e quindi ascoltarle “in differita”. Ma non solo, vi sono anche migliaia di “Podcast” che non vengono affatto trasmessi dalle radio tradizionali, ma vengono registrati per essere ascoltati esclusivamente in differita appunto.

L’oggetto di questo post vuole essere in particolare i Podcast “scientifici”, cioè che parlano di argomenti scientifici, ma con un approccio popolare e divulgativo quindi non per esperti ma per tutti coloro che vogliono accrescere la loro cultura generale e tecnica in particolare. Attenzione, esistono ovviamente podcast su centinaia di argomenti diversi, ma io qui mi limito a segnalare una pagina che ha già fatto un lavoro di selezione dei principali podcast scientifici italiani (clicca per vederla), in quanto vorrei ribadirne i vantaggi:

– li potete ascoltare da qualsiasi computer, tablet e soprattutto smartphone, e questi ultimi essendo così piccoli e leggeri sono decisamente il massimo, sia con gli auricolari a filo che con quelli bluetooth… in alternativa vanno benissimo anche i vari ipod o letteri mp3 che dirsivoglia, sui quali si può registrare tutte le puntate desiderate…

– potete ascoltarli (e  riascoltarli all’infinito se non avete capito qualcosa) nel momento che voi scegliete, in automobile, in fila alle Poste, sul treno o in corriera, in bicicletta, mentre stirate o cucinate, o persino seduti in poltrona…

Tutto qua, e scusate se è poco!

Ho scritto quanto sopra con tono molto tranquillo e distaccato, però voglio ribadire con forza che queste “trasmissioni” possono fare una grande differenza per voi stessi, per la vostra cultura, per non farvi prendere in giro dai mass media o dai politici che spesso “sparano” delle grandi cavolate che con un po’ di cultura tecnica si possono smarcherare subito.

Troppo spesso infatti si sentono o si leggono delle “mostruosità” tecniche da persone che evidentemente non conoscono un acca stracca di chimica e/o fisica ma nonostante questo si arrogano il diritto di dirci cosa dobbiamo o non dobbiamo fare. Contro queste persone solo una maggiore cultura scientifica “di base” ci può aiutare, per cui vi esorto di prendere in considerazione l’ascolto di queste trasmissioni, sfruttando quindi al massimo il tempo fuori dal lavoro…
Dalla pagina summenzionata mancano però un paio di programmi che consiglio vivamente:

2024, incentrata sulle nuove tecnologie informatiche (internet, smartphone, app…) ma vista dal punto di vista degli utilizzatori, che vi darà notevoli anticipazioni sulle tendenze e sugli sviluppi futuri…

TELLUS di Radio 2 condotto dal noto geologo Mario Tozzi, che spaziava su diversi argomenti, ma tutti molto pratici e concreti e che ci coinvolgono tutti. La tramissione si caratterizza per non avere peli sulla lingua e non essere servile verso nessuno, ed infatti mamma RAI ha pensato bene di chiuderla e sopratutto di far sparire l’archivio delle puntate, che però fortunatamente si possono ascoltare su quest’altro sito…

Buon ascolto e buona cultura (tecnica) a tutti…

se ti piace condivi su Facebook e/o altri siti cliccando qui a destra Bookmark and Share  Gianni Girotto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: