Tracce

Il mio tentativo per ricevere e dare informazioni utili.

Indispensabili – Rapporto Sbilanciamoci 2014 (Controfinanziaria) – 3° Parte – Le Proposte

Posted by giannigirotto su 3 febbraio 2014

Ho già inserito nella mia sezione “Indispensabili“, sotto la sezione “Dossier”, questo rapporto che è noto comunemente con il nome di “Controfinanziaria”. E’ un lavoro che da diversi anni il mondo dell’altreconomia, della finanza alternativa, dell’commercio equosolidale ecc., insomma un raggruppamento di una cinquantina di ONG produce, come risposta a quello che ogni anno è il principale documento legislativo nazionale, cioè la cosidetta “Finanziaria”.

Si tratta di un documento preciso, puntuale, motivato, con il quale si dimostra che non solo un’altra strada è possibile, ma sopratutto è necessaria, per cominciare a riportare democrazia e equità nel nostro martoriato (dai politici) Paese.

Il rapporto è liberamente e gratuitamente scaricabile (basta cliccare sull’immagine di copertina), però è talmente importante che io mi sono dedicato a farne una serie di estratti capitolo per capitolo, questo è l’ultimo ed esprime in maniera succinta le proposte di Sbilanciamoci. Ovvio che andrebbe letto tutto il documento a partire dall’inizio perchè vi sono tutte le motivazioni.

_____________________

LE PROPOSTE NEL DETTAGLIO PER IL 2014 DI SBILANCIAMOCI!

 

FISCO E FINANZA

Tassare di più i ricchi e la rendita

Rimodulazione aliquote Irpef, Rimodulazione addizionali Irpef per Comuni e Regioni, Tassa patrimoniale progressiva (grazie alla registrazione dei beni sulla dichiarazione dei redditi) che includa la ricchezza finanziaria (titoli e conti correnti), ricchezza immobiliare (valore degli immobili al netto della parte di capitale ancora non riscattata in caso di mutuo) e mobiliare (autoveicoli, barche, aereomobili, etc).

Imposta di successione, a partire dalle eredità superiori ai 300 mila euro, Rendite finanziarie tassate al 23%, Migliorare la Tassa sulle Transazioni Finanziarie, Tassa sui capitali scudati, Abolizione della cedolare secca.

Contro l’evasione fiscale. a) il ripristino dell’elenco clienti-fornitori per le imprese, b) il divieto di pagamento in contanti oltre i 300 euro, c) la reintroduzione del reato di falso in bilancio.
Tassare settori di lusso e nocivi

Tassare i diritti televisivi per lo sport-spettacolo, Tassa automobilistica sull’emissione di CO2, Tassazione dei profitti del settore del lusso. Le imprese nautiche e di oreficeria italiane nel 2010 hanno realizzato un fatturato di circa 27 miliardi di euro. No al condono per i concessionari di videogiochi.
Agevolare gli investimenti pubblici

Rinegoziare i tassi dei mutui Cdp per gli enti locali ,

 

Lavoro e reddito

Un piano per il lavoro, Sperimentazione di un reddito minimo garantito,

CULTURA E CONOSCENZA

Università: Sostenere l’università pubblica, Copertura totale delle borse di studio, Edilizia degli alloggi universitari e politiche abitative, Abolizione del dottorato senza borsa,

Ricerca

Sostegno a chi assume i ricercatori,

 

Scuola

Edilizia scolastica, Cancellazione dei fondi alle scuole private e del buono scuola, Autonomia scolastica e offerta formativa, Diritto allo studio, funzionamento didattico, Lotta alla dispersione scolastica, Fondo per l’innalzamento dell’obbligo scolastico a 18 anni,
Cultura

Maggiori investimenti per la cultura, Istituzione di un fondo nazionale per le attività culturali, Accesso alle attività culturali,
AMBIENTE E SVILUPPO SOSTENIBILE

Contabilità ambientale, Adeguamento dei canoni di concessione delle acque minerali, ripristinare e incrementare il fondo per la ristrutturazione e l’ammodernamento della rete idrica

 

Politiche energetiche e cambiamenti climatici

Piano nazionale per l’efficienza energetica nella Pubblica Amministrazione, efficienza energetica, sostituzione tetti amianto con fotovoltaico,
Mobilità

Riduzione stanziamenti grandi opere. Si propone l’abbandono della logica delle grandi opere a favore dell’ottimizzazione delle reti esistenti e del loro uso (con i necessari adeguamenti e potenziamenti), cancellazione del finanziamento di 2,7 miliardi di euro destinato dalla Legge di Stabilità 2013 alle grandi opere.

Ferrovie locali per i pendolari, Promozione di forme di mobilità sostenibile ed efficiente… iste ciclabili, car sharing, taxi collettivi, piani urbani della mobilità, progetti di mobility management d’area e city logistic, veicoli a metano ed elettrici…, Trasporto pubblico locale (incremento), Reti ferrovie suburbane, Razionalizzare e penalizzare l’uso dell’auto privata,

Abbattimento delle emissioni di gas climalteranti
WELFARE E DIRITTI

Servizi e politiche sociali

Livelli Essenziali di Assistenza Sociale e Fondo Nazionale Politiche Sociali, Piano straordinario per gli asili nido, Interventi per la non autosufficienza,

 

Sanità

Più risorse per il Servizio Sanitario Nazionale, Aggiornamento dei Lea, Medicina territoriale (rafforzamento), Convenzioni con le strutture private. Si propone l’istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta che esamini lo stato delle convenzioni con le strutture private, che costituiscono una grossa fetta della spesa sanitaria e dei suoi sprechi e abusi. Si stima in 1 miliardo di euro il risparmio nelle attività di riordino delle convenzioni con le strutture private.

Un Fondo nazionale per la cura e la prevenzione del gioco d’azzardo patologico, Unità spinali e hospice. Si propone la costituzione di un fondo di 120 milioni per nuove unità spinali, hospice, unità di risveglio e per interventi a favore dei malati cronici.

 

Disabilità

Inclusione scolastica alunni con disabilità, Inclusione lavorativa delle persone con disabilità,
Casa

Investimenti nell’edilizia residenziale pubblica non agibile, Recupero immobili di proprietà pubblica per uso social, Sostegno sociale all’affitto, Tassazione di proprietà degli immobili tenuti vuoti, Contrasto al canone nero e irregolare attraverso vari strumenti coordinati,
Pari opportunità e gender

Dalle donne per le donne, Destinare alle donne i risparmi derivanti dall’aumento dell’età pensionabile delle donne nel pubblico impiego. Introdurre l’assegno di maternità universale, Bilancio di genere, Dimissioni in bianco, Nuovi centri antiviolenza, Piano straordinario per i consultori.

 

Immigrazione e asilo

Abolizione della tassa sul soggiorno, Chiusura dei Cie e dei Cara, Ampliare e qualificare il sistema di accoglienza, Fondi per le Commissioni Territoriali sul diritto di asilo, Un sistema nazionale di protezione contro le discriminazioni e il razzismo, Avvio di un piano nazionale di smantellamento dei campi “nomadi”, Recupero dei contributi versati per la pensione,

 

Carcere

Contro il sovraffollamento. Dei 450 milioni del Piano Carceri, 50 potrebbero essere destinati alle ristrutturazioni mentre i restanti 400 potrebbero essere stanziati per l’attivazione di borse di lavoro di durata annuale da 20.000 euro ciascuna: si tratta del motore di avviamento esterno di un percorso che, auspicabilmente, potrà in seguito sostenersi con le proprie gambe. Ciò permetterebbe di far uscire dal carcere, in misura alternativa, ben 20.000 detenuti, lasciando agli altri spazi di vita interna da un lato più sgomberi e dall’altro meno fatiscenti. Per non parlare del beneficio sociale in termini di recidiva derivante dall’ampliamento dell’area penale esterna a discapito di quella interna. Costo: zero.

Investire sull’inserimento sociale degli ex detenuti. Posto che un detenuto costa 123 euro al giorno e che vi sono 28mila persone in più rispetto ai posti letto regolamentari si potrebbero usare i soldi risparmiati – 1.257.060.000 di euro (ovvero una mini-finanziaria) – , se si liberassero 28mila detenuti (quelli che non hanno commesso fatti offensivi dal punto di vista costituzionale) per un coraggioso progetto alternativo: pagare i poliziotti che saremmo costretti a licenziare per un lavoro di utilità sociale legato all’inserimento sociale delle persone scarcerate. D’altronde l’Italia ha il più alto numero percentuale di poliziotti penitenziari in tutta la Ue. Costo: zero.
COOPERAZIONE, PACE E DISARMO

Spese militari

Riduzione spese militari, Livello degli effettivi, Istituto dell’ausiliaria, Interazione europea per le forze di interposizione e peacekeeping,

Programmi d’armamento

Cancellare la parte di fondi iscritti al bilancio del ministero per lo Sviluppo Economico, F-35 Joint Strike Fighter e sommergibili U-212 (cancellazione acquisto), Missioni militari all’estero. Ritiro da tutte quelle missioni a chiara valenza aggressiva e di guerra.

 

Attività di pace

Corpi civili di pace, Riconversione dell’industria a produzione militare. Valorizzazione territoriale liberata da servitù militare, Istituto per la pace e il disarmo, Servizio Civile Nazionale. La proposta di Sbilanciamoci! per il Scn nel triennio 2014-2016 è la stabilizzazione a un contingente di 120.000 persone in Italia e 3.000 all’estero.
ALTRAECONOMIA

Distretti di Economia Solidale, Mercati e servizi per l’Altra economia, Orti urbani e Gruppi di Acquisto Solidale, Sostegno alla finanza etica, Fondo per l’agricoltura biologica, Fair Trade e Social Public Procurement, Incentivi alla produzione di legno eco-certificato, Economia eco&equa.

 

_________________

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: