Tracce

Il mio tentativo per ricevere e dare informazioni utili.

Indispensabili: FALSO! Cap. 6) Verso la prossima crisi?

Posted by giannigirotto su 25 aprile 2014

fiduciaAggiungo nella mia sezioniIndispensabiligli estratti di questo libro di Andrea Baranes, che tratta dell’apocalittico, nel vero senso del termine, problema della speculazione finanziaria globale.

Oggi la speculazione domina la finanza. La finanza controlla l’economia. L’economia determina le scelte politiche e quindi la vita delle persone. Quello che dobbiamo fare è semplicemente ribaltare l’attuale scala di valori e leggere al contrario le frasi precedenti.

Qui il link per chi volesse comprarlo. Diffondetelo e buona lettura.

Se puoi volete ascoltarvi l’audio della conferenza stampa in cui lo stesso Baranes in pochi minuti vi dà un quadro chiaro della situazione, ecco il link

Cap. 6) Verso la prossima crisi?

 Per sostenere le banche USA dopo la crisi del 2008, la banca centrale (la “FED”) acquista 85 miliardi di dollari al mese! Ma siamo al paradosso che quando i dati dell’economia hanno iniziato a migliorare, i mercati finanziari sono andati in crisi perchè temevano che la Fed decidesse di interrompere l’immissione di tale enorme liquidità fresca mensile, che dava loro la possibilità di procurarsi lauti guadagni.

L’enorme immissione di liquidità sui mercati virtuali ha provocato zero inflazione reale, ma invece una grossa rivalutazione dei valori dei titoli finanziari, visto che i grandi capitali cosi “riforniti” di denaro fresco si sono trovati a cercare affannosamente nuovi investimenti remunerativi. Di conseguenza le grandi banche hanno aumentato i loro profitti e i loro titoli sono schizzati in alto.

Andiamo pertanto verso un regime di oligopolio sempre più spinto, con sempre meno banche sempre più “too big to fail”.

Inoltre, in assenza di controlli sui movimenti di capitale, una parte della liquidità viene trasferita all’estero, ed infatti nel 2013 si è registrata una crescita di emissioni di titoli di Stato anche nei governi più poveri del mondo. Ancora oggi pertanto siamo in presenza di una bolla speculativa, di cui tutti sono coscienti, ma su cui tutti continuano a “giocare”.

Oggi negli Usa “tutto dipende dal sostegno della Fed. Tutti sanno che se viene a mancare si creerà un buco nero. Quello dei buoni del Tesoro è la più grossa bolla della storia. E’ almeno due volte più grande di quella immobiliare e dei mutui (che causò la crisi del 2008), forse anche tre o quattro volte più grande”… Oggi la situazione è per molti versi peggiore. Da un lato gli Stati si sono già svenati per salvare e tenere in piedi questo sistema finanziario, che oggi non solo è “too big to fail” ma anche “too big to save”, troppo grande per essere salvato. Dall’altro lato, la montagna di denaro immessa da governi e banche centrali nella finanza fa sì che la massa monetaria circolante sia ancora superiore a quella del 2007.

Insomma dal 2008 ad oggi le grandi banche sono cresciute negli attivi e hanno ripreso a speculare veramente più di prima, sorrette dal fatto di essere non solo impunibili ma addirittura aiutate massicciamente in caso di difficoltà.

Le banche operano in modalità prociclica, cioè erogano credito seguendo l’andamento dell’economia. Quindi in tempi di crisi tagliano i prestiti, rafforzando il circolo vizioso della recessione. Però non per tutti i “cordoni della borsa” vengono chiusi; gran parte dei prestiti vengono erogati ai pochi noti del famigerato “salotto buono” del capitalismo, ed anche in Italia è successo così, nello specifico lo 0,5% dei clienti ha ottenuto il 56% del credito erogato, e che molto spesso viene rifinanziato pur di non essere classificato come perdita, sottraendo risorse all’economia sana. E la politica tace e acconsente.

 ____________________

Nelle prossime settimane inserirò, tempo permettendo, i capitoli successivi, mentre i precedenti li trovate qua, e di nuovo ecco il link per chi volesse comprarlo, .

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: