Tracce

Il mio tentativo per ricevere e dare informazioni utili.

Indispensabili: FALSO! Cap. 7) Chiudere il Casinò finanziario

Posted by giannigirotto su 5 maggio 2014

fiduciaAggiungo nella mia sezioniIndispensabiligli estratti di questo libro di Andrea Baranes, che tratta dell’apocalittico, nel vero senso del termine, problema della speculazione finanziaria globale.

Oggi la speculazione domina la finanza. La finanza controlla l’economia. L’economia determina le scelte politiche e quindi la vita delle persone. Quello che dobbiamo fare è semplicemente ribaltare l’attuale scala di valori e leggere al contrario le frasi precedenti.

Qui il link per chi volesse comprarlo. Diffondetelo e buona lettura.

Se puoi volete ascoltarvi l’audio della conferenza stampa in cui lo stesso Baranes in pochi minuti vi dà un quadro chiaro della situazione, ecco il link

Cap. 7) Chiudere il Casinò finanziario

Esaminati nei precedenti capitoli gli apocalittici (e mai termine fu più appropriato) danni causati dalla grande finanza speculativa, non possiamo che arrivare alla conclusione che occorre ripensare l’intero sistema finanziario. Non possiamo più permetterci di arrivare a situazioni assurde come quella in cui la Banca d’Italia emette un comunicato stampa in cui riconosce candidamente che in 14 mesi di lavoro non è riuscita a capire quali strumenti finanziari stesse maneggiando il Monte dei Paschi di Siena. Occorre rallentare e ri-“realizzare” la finanza e riportare i suoi tempi e i suoi strumenti a combaciare e adattarsi a quelli dell’ economia reale.

Il fatto stesso che alcune banche sono troppo grandi e un loro fallimento è una minaccia per la stabilità del l’intera economia evidenzia una questione sistema che non riguarda le banche ma l’insieme della società. Ne consegue la necessità di un controllo pubblico vincolante, a maggior ragione per le banche salvate con denaro pubblico.

Va implementata una VERA tassa sulle transazioni finanziarie (TTF) cosidette veloci (HFT – High frequency trading) quelle  stesse transazioni che gli speculatori arrivano a realizzare anche migliaia di volte all’ora per guadagnare grandi cifre grazie a minuscole oscillazioni di prezzo.

Va migliorata e di molto la trasparenza dei mercati finanziari a partire da quella dei derivati non regolamentati chiamati over the counter (OTC) e che rappresentano oggi ben oltre il 90 per cento del totale. In ogni caso occorre impedire di scommettere persino sul prezzo delle materie prime alimentari ovvero sulla fame dei più poveri.

Occorre introdurre l’obbligo della consegna del sottostante ovvero consentire le transazioni solo agli operatori che hanno un qualche interesse nell’asset a cui un derivato si riferisce.
Più in generale occorre verificare qualsiasi strumento finanziario: qual’è la sua utilità sociale? ha una qualche funzione per la produzione, il commercio l’economia? e tale funzione giustifica gli impatti e i rischi?

Va sicuramente ripristinata  la separazione tra banche commerciali e banche di investimento intendendo con ciò una completa separazione giuridica dei conglomerati di maggiori dimensioni che hanno diverse imprese ognuna con obiettivi e operatività specifici.

Dobbiamo chiudere istituzioni e strumenti nati con il principale obiettivo di eludere le regole, dai paradisi fiscali al sistema bancario ombra.

A Brussel sede del Parlamento europeo va creato un organismo in grado di rappresentare gli interessi dei cittadini in ambito finanziario, cioè una contro lobby che si contrapponga alla lobby finanziaria oggi presente in misura soverchiante con ben 1700 lobbisti, e della cui pessima influenza hanno preso atto ancora nel 2010 un centinaio di europarlamentari che hanno firmato un appello per la creazione di tale organismo, denunciando che “possiamo vedere ogni giorno la pressione esercitata dal settore finanziario e bancario per influenzare le leggi che lo governano…”

Nel resto del capitolo l’autore illustra come un’alternativa a questa finanza speculativa esista eccome, lavora da 15 anni e gode di ottima salute, tanto è vero che le sue “sofferenze” (cioè la quantità di prestiti che NON vengono restituiti) è cinque volte migliore di quello delle banche normali… tale alternativa si chiama Banca Etica e trovate una lunga serie di ottimi motivi per entrare in questo circuito virtuoso nell’apposita sezione “Finanza etica” di questo sito.

____________________

Nelle prossime settimane inserirò, tempo permettendo, i capitoli successivi, mentre i precedenti li trovate qua, e di nuovo ecco il link per chi volesse comprarlo, .

Una Risposta to “Indispensabili: FALSO! Cap. 7) Chiudere il Casinò finanziario”

  1. E’ la prima volta che entro in questo forum,
    dopo 3 ore che giro inutilmente per internet. Grazie perchè finalmente trovo spunti piacevoli, e
    mi riprometto di ritornare spesso da queste parti. Un saluto ed
    un in bocca al lupo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: