Tracce

Il mio tentativo per ricevere e dare informazioni utili.

Indispensabili – Rete padrona – 1) Il futuro in mezzo a noi

Posted by giannigirotto su 6 ottobre 2014

Rete PadronaHo iniziato ieri a leggere questo libro che aggiungo alla mia sezione “Indispensabili“.  Il titolo fa riferimento alla “rete delle reti”, cioè Internet, che già così tanto ha cambiato il nostro modo di vivere e probabilmente ancora di tanto la cambierà. Ci ha portato indubbi vantaggi in termini di possibilità e velocità di comunicazione e condivisione di dati (motivo per cui era sorta) ma a tutto questo c’è un grosso prezzo da pagare, sia in termini di qualità di vita (alzi la mani chi di voi riesce a stare un w.e. senza la compulsione di controllare email, messaggini, tags ecc. ecc.) e in termini di nuovi attori commerciali mondiali che ora condizionano pesantemente le nostre vite, e lottano per mantenere determinati oligopoli di fatto. Che dire poi delle registrazioni di ogni nostra attività e spostamenti, molte delle quali avvengono a nostra insaputa per essere usate a fini commerciali? Ecco quindi un veloce riassunto della situazione, come sempre conoscere un problema è il primo passo per risolverlo.

_____________________

Cap 1) Il futuro in mezzo a noi


1) Google Glass: è molto probabile che diventeranno il nostro prossimo dispositivo elettronico di massa. Le potenzialità sono rilevanti, nota positiva per gli italiani verranno prodotti dall’italiana Luxottica.

2) Sindrome compulsiva: siamo continuamente distratti da email, sms, chat, non riusciamo a non staccarci da Facebook, twitter, email. Perdita di produttività e orari di lavoro praticamente indefiniti, che sconfinano nelle sera e nei weekend. Insomma invece di liberarci dal lavoro le nuove tecnologie al momento ci stanno sovraccaricando.

3) Google: ci ha donato una potenza di ricerca enorme, ed una serie di servizi gratuiti straordinariamente utili ed efficaci, compresa molta spazio a disposizione, obbligando i concorrenti successivi a fare altrettanto, ma in cambio spia tutte la nostra posta, vendendo alle imprese commerciali i risultati, per far in modo riceviamo pubblicità personalizzata.

4) I famosissimi iPhone e iPad registrano tutti i vostri spostamenti, minuto per minuto, e tale funzionalità, che non si può disattivare, è stata scoperta per caso, il produttore non l’aveva mai dichiarata. Anche le scatole nere e i Gps nelle automobili registrano tutto. E nei supermercati le telecamere osservano tutti i nostri comportamenti per poi studiare le migliori strategia di marketing. Facebook si è lamentata per il “caso Snowden”, ma da che pulpito, visto che registra le informazioni dei suoi utenti per utilizzarle per i propri guadagni.

5) Fomo è l’acronimo di “fear of missing out” – paura di essere tagliati fuori, la nuova sindrome provocata dall’utilizzo dei “social” che ci inondano in ogni momento di dettagli su quanto stanno facendo gli amici e noi ci stiamo perdendo… in più i confronti quotidiani con lo stile di vita altrui ci possono far soffrire, rimarcando eventuali rimorsi e/o rimpianti.
Inoltre tali strumenti privilegiano la velocità e l’imediatizza rispetto all’accuratezza e qualità delle informazioni, con il risultato che se la notizia è falsa o incompleta, comunque si diffonde a macchia d’olio e diventa poi quasi impossibile ripristinare la realtà, dal momento che spesso “attenzioniamo” solo la prima versione, e non le correzioni successive.

6) Uno dei motivi per cui i giovani usano molto Internet e i social è perché hanno poco tempo e scarse alternative pratiche. E infatti, aggiungo io, chi di voi può mandare il figlio a qualcosa che somigli ad un oratorio (seppur ateo) o su un prato o cmq luogo comune e sicuro con relativa tranquillità? Pochi vero, quindi è giocoforza utilizzino Internet per socializzare…

7) Internet permette di esprimersi in forma anonima. Tra le conseguenze ci sono insulti e accuse sopratutto per le donne, molto di più rispetto ai maschi. Inoltre la potenza e la capillarità di Internet permette a diverse gruppi di “complottisti” di insistere tenacemente con le loro teorie, fornendo a tutti i soggeti mentalmente “pigri” un comodo alibi per adagiarsi nella loro relativa ignoranza ed escludere a priori altre spiegazioni. Costa infatti molta fatica confrontarsi lucidamente e umilmente con idee diverse dalle proprie, per cui molti scelgono siti che li soddisfano a priori con notizie a senso unico di proprio piacimento.

In questo senso il grande merito di Internet, la democrazia, il fatto che il tuo sito potenzialmente ha la stessa visibiità di quelli “famosi”, è anche un grande difetto, poichè molti ciarlatani possono godere di una relativa prosperità, sguazzando nell’ignoranza media della popolazione.

8) Non usiamo più la nostra memoria. Tutti i dati che ci servono sono memorizzati su telefonini, computer… e poi c’è Internet che ci dispensa dallo sforzo… peccato che la memoria sia come un muscolo, più la usi più migliora, viceversa…

_________________
I prossimi capitoli, tempo permettendo, seguiranno nelle prossime settimane, orientativamente uno ogni due settimane… .

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: