Tracce

Il mio tentativo per ricevere e dare informazioni utili.

Indispensabili – I padroni del mondo – Parte 7) Addio Capitalismo guasto

Posted by giannigirotto su 1 novembre 2014

Proseguo con la pubblicazione degli estratti di un libro che aggiungo alla mia sezione “Indispensabili“.  Il titolo è molto forte ma credo sia purtroppo realistico, in quanto si parla delle grandi, grandissime, immense, inimmaginabilmente potenti banche multinazionali. E’ un tema, quello della finanza, che ormai tratto da diverso tempo, ovviamente nel mio piccolo essendoci fior fior di Associazioni che lo fanno, per cui ho già pubblicato “La posta in gioco“, Dobbiamo restituire fiducia ai mercati – Falso!, Ho sognato una Banca, Il Risparmio Tradito,  Manuale di Finanza popolare, che trovate sempre nella suddetta sezione “Indispensabili“. Anche in questo libro si denunciano come la grande finanza, complice una politica nel migliore dei casi distratta, nel peggiore collusa, abbia assunto delle dimensioni e delle modalità di agire estremamente pericolose e dannose per la stragrande maggioranza di tutti noi. Naturalmente la finanza non opera necessariamente solo nel ristretto circolo bancario, ma si estende con migliaia di società industriali, commerciali, agricole, che sono per l’appunto gestite e/o di proprietà dal mondo finanziario, il tutto in un crescente regime di oligopolio che vede i grandi diventare sempre più grandi e potenti, e i piccolo soccombere fatalmente. Da questa cruda analisi discende poi la necessità di trovare delle soluzioni, e l’autore propone la sua. Buona lettura.

_____________________

7) Addio Capitalismo guasto

Il capitolo inizia con l’affermazione da parte dell’autore che esiste una cabina di regia dell’intero pianeta, composta da poche migliaia di persone che manipolano i mercati finanziari e la politica a loro piacimento. Scrive l’economista Andrea Fumagalli: “I mercati finanziari non sono qualcosa di etereo e neutrale, ma sono espressione di una precisa gerarchia. Lunghi dall’essere concorrenziali, si confermano come fortemente concentrati e oligopolistici: una piramide che vede, al vertice, pochi operatori finanziari in grado di controllare oltre il 70% dei flussi finanziari globali e, alla base, una miriade di piccoli risparmiatori che svolgono una funziona meramente passiva”.

Oggi, per la prima volta, abbiamo a disposizione una “mappa” molto precisa di questi grandissimi soggetti… Sarebbero circa una cinquantina le mega aziende internazionali (in maggioranza istituti finanziari e grandi banche) che, attraverso un complicato incrocio proprietario, controllano il 40% del valore economico e finanziario di 43mila multinazionali globali. E com’è naturale, è probabile che queste enormi entità “facciano cartello” tra loro, mentre è sicuro che finanzino pesantemente le campagne elettorali, sicuramente negli USA, molto probabilmente anche negli altri Paesi.

Secondo ricercatori del Politecnico federale di Zurigo (quindi non pericolosi Talebani…) “ci vorrebbero leggi antitrust internazionali (oggi esistono solo a livello nazionale) per limitare l’accesso di incorci proprietari, diretti e indiretti, tra le grandi multinazionali. Sarebbe necessaria anche l’introduzione di rigide regolamentazioni per vietare le cosidette “matrioske” ovvero aziende che ne controllano altre che a loro volta ne hanno inglobate altre, fenomeno oggi assolutamente predominante.”

L’autore prosegue confermando che dal 2008 ad oggi la situazione non solo non è migliorata ma addirittura peggiorata, con la “piramide economica” che si sta schiacciando sempre più, a scapito della popolazione, e riporta la frase di Murray Newton Rothbard “perchè mai noi, citttadini che lottiamo per sopravvivere, dobbiamo essere condizionati da debiti creati da una elitè al potere che li ha contratti a nostre spese?”…

 

Tra poco vedremo che queste tesi sono confermate anche nell’altro libro “Caccia al tesoro“, che sto ugualmente riassumendo e pubblicando.

_________________

I prossimi capitoli seguiranno nelle prossime settimane, orientativamente uno ogni due settimane, mentre i precedenti li trovate qui…, in ogni caso valutate se acquistare l’originale presso il sito dell’editore…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: