Tracce

Il mio tentativo per ricevere e dare informazioni utili.

Migranti: c’è chi dice sì!

Posted by giannigirotto su 8 settembre 2015

migranti-marciaC’è un Italia di politici e politicanti che fomentano paura, rabbia e razzismo, e che in maniera più o meno consapevole, più o meno dolosa, lavora per i “poteri forti” utilizzando la sempre valida strategia del divide et impera (vedi i primi 3 post indicati) e fomentando la “guerra tra poveri”…

è c’è un’Italia che, in silenzio, in umiltà ma con tanta buona volontà ed efficacia, risolve i problemi, come quello dei migranti, per esempio:

  • Il comune di Riace (vedi articolo)
  • Il comune di Gioiosa Jonica e Locri (vedi articolo)
  • I comuni di Novellara e Malegno (vedi articolo)

Vi sono reti di Comuni Solidali  e virtuosi  che hanno fatto appunto della solidarietà e dell’accoglienza il loro modus operandi.

Ovviamente queste sono notizie che raramente passano nel cosidetto “mainstream“, cioè nelle prime pagine dei principali giornali, e nei titoli dei telegiornali nazionali, dal momento che, come tutti sanno “fa più rumore un albero che cade piuttosto che una foresta che cresce!“…

La settimana scorsa ho viaggiato in treno tra Roma e Perugia, e osservando gli splendidi panorami di questo pezzo di Italia centrale,IMG_20150903_143101IMG_20150903_134704 alcune considerazioni mi sono venute alla mente:

  1. In Italia abbiamo quasi 5 milioni di edifici sfitti/inutilizzati… a chi giova lasciarli in tale condizione? credo a nessuno, anzi viceversa  diversi proprietari sarebbero favorevoli a ricavarne un reddito (e non lasciarli cadere in disuso), e quindi affittarli sia a cittadini italiani che extracomunitari. Ugualmente, come dicevo viaggiando in treno per l’Italia centrale, lo spazio fisico mi pare di certo non ci manchi.
  2. Manca il lavoro, certo, ma le esperienze virtuose di cui le sovrastanti sono solo alcuni esempi, dimostrano che i migranti sono assolutamente in grado di creare lavoro. Contemporaneamente ricordiamo che sono sempre i migranti ad occupare la buona parte di quei 400mila posti di lavoro in regime di quasi-schiavitù nel settore agricolo.
  3. Ormai chi vuole informarsi può capire facilmente che i principali “miti” negativi sui migranti sono falsi, indico per approfondimenti solo questi recentissimi due articoli del noto economista Leonardo Becchetti (primo e secondo articolo)
  4. Ultimo, ma il FATTO PIÙ IMPORTANTE: si continua a parlare molto dei sintomi della malattia, ma non delle cause. E’ come se si continuasse a parlare del modo migliore di far calare la febbre ad un malato, ma nessuno l’avesse ancora visitato e capito se si tratta di influenza piuttosto che di appendicite o bronchite… Meglio ancora, noi abbiamo capito benissimo di quale malattia si tratta, ma gli altri continuano a parlare solo dei sintomi. Facciamoli tornare a discutere sulle cause, per trovare le VERE soluzioni. Sarà meglio per tutti.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: