Tracce

Il mio tentativo per ricevere e dare informazioni utili.

Indispensabili – Banda d’Italia – Cap. 7) Casi e Scandali

Posted by giannigirotto su 24 gennaio 2016

So che dovrei usare un tono molto più indignato nel parlare dei deprecabilissimi (come minimo – illeggitimi e quindi truffaldini come massimo, ma questo può dichiararlo solo la magistratura, non certo io…) comportamenti di Banca d’Italia, ma non ci riesco, dal momento che sono molti anni che ho smesso di indignarmi dei comportamenti degli esseri umani, che so essere perfettamente capaci di qualunque bassezza e meschinità.

D’altronde indignarsi e basta lo fanno già in moltissimi, ma senza agire poi di conseguenza, e quindi dimostrandosi nel migliore dei casi pigri, nel medio ipocriti e nel peggiore complici.

Io invece me ne resto tranquillo, e affianco chi, come Elio Lannutti, denuncia i comportamenti, supposti appunto illeggittimi, a suon di carte bollate presso le sedi competenti.

Lo affianco nel senso che come Parlamentare lotto per gli stessi ideali di giustizia, e come cittadino faccio di tutto per informare i concittadini della realtà in oggetto. Ecco quindi che aggiungo alla mia sezione “Indispensabili“, i riassunti di questo libro, che voglio offrire sia in versione videoriassunto, per chi se lo vuole ascoltare in auto, in bus, in treno, in bici ecc., sia in versione testo.

Il tema è d’importanza capitale e andrebbe discusso tutti i giorni dai massmedia cosidetti “mainstream”, ma si sa che certi argomenti sono “tabù”. Io nel mio piccolo ci provo e ho già pubblicato nella suddetta sezione “Indispensabili” gli estratti di diversi altri libri sull’argomento Finanza/banche, nello specifico (in ordine alfabetico):

Invito questi senz’altro tutti a leggersi i (riassunti dei) libri suddetti, e divulgarli, così come del presente libro, del quale inizio inizio oggi ad offrirvi i riassunti.

E se leggendo questo libro vi prende una sana rabbia, non sprecatela in azioni inefficaci, fate la cosa più semplice e nel contempo più efficace possibile, cambiate banca e togliete l’ossigeno a questo sistema bancario marcio e predatorio, immettendolo in uno sano, quello della finanza etica, di cui parlo e pratico da anni

_________________________________________

CAP. 7) Casi e Scandali

Nel 2014 la BCE ha effettuato un’analisi sulla solidità delle varie banche private europee, e quelle Italiane ne sono uscite piuttosto male. La BCE ha infatti calcolato che a 15 banche italiane mancavano un totale di 12 miliardi di “accantonamenti”. Curiosa la “coincidenza” di Banca Popolare di Vicenza che proprio la sera prima dell’uscita del rapporto della BCE ha deliberato la conversione di €253 milioni di bond mettendo così i conti formalmente “in ordine”.

Banca Bene Vagienna: Nel 2013 Banca d’Italia decide di Commissariarla. Perche, visto che i conti erano in ordine? Perchè il Commissario chiamato a dirigerla aveva un evidentissimo conflitto di interessi con Banca Popolare di Vicenza, alla quale guarda caso, proprio in qualità di Commissario di Bene Banca, presterà ingenti somme di denaro ad un tasso assolutamente di favore. E tutto questo senza che Banca d’Italia batta ciglio.

La verità è che Banca d’Italia ha usato illegittimamente lo strumento del Commissariamento per assecondare la sete di egemonia di alcune banche, a sfavore di altre. E invece non si è adoperata per risolvere altri problemi che per brevità segnalo nei casi della BCC di San Marcellino, del Banco di Desio e della Brianza, di Carige,

E che dire invece del scandaloso comportamento di Banca d’Italia in occasione delle ormai dimenticate vicende del Monte Paschi di Siena? I mutui subprime erano già scoppiati facendo crollare nella crisi i mercati finanziari globali quando Mussari, presidente dell’ABI e di Mps, comunicò l’acquisto di Antonveneta a Bankitalia (senza nemmeno aver effettuato una banale ma dovutissima due diligence), che se avesse voluto esercitare appieno la sua funzione di vigilanza, avrebbe dovuto NON autorizzare tale operazione così smaccatamente onerosa e priva dei requisiti essenziali. Viceversa concesse il nullaosta (e chissà chi ci guadagnò, ndr) azione che portò Mps al prevedibilissimo crac.

Altre contenstazioni sul mancato controllo di Banca d’Italia, l’autore le muove per i casi di Banca Etruria e i suoi “crediti facili”a favore dei membri del CdA, Banca Marche, oggetto di una proroga del Commissariamento contraria alla legge, Carichieti e il Banco di Credito di Siracusa, commissariato anche se aveva i conti a posto.

Piena di ombre è anche la Csr, che è la banca interna dei dipendenti e ex dipendenti di Banca d’Italia, i cui amministratori, per evitare sanzioni personali a seguito di una loro pessima gestione, hanno accettato di sottoscrivere un nuovo Statuto che la consegna a Bankitalia, e lascia intoccati i numerosi problemi di gestione.

Onorabilità, clausola etica: la legge prevede che chi rappresenta una banca debba rispondere a determinati requisiti di professionilità e onorabilità. Ma la legge viene interpretata in maniera molto elastica, il caso più grave ed emblematico è Gorno Tempini, A.D. Di Cdp, plurindagato, ma confermato dall’assemblea dei soci, che lo ha confermato in barba alla clausola etica.

Bad Bank: Oggi i crediti bancari in sofferenza sono circa 200 miliardi. Molti di questi sono dovuti alla concessione incauta come minimo, truffaldina come massimo, di crediti ad amici di amici, senza adeguate coperture. E qual’è la proposta del Governatore di Banca d’Italia?: “Lo Stato intervenga per liberare le banche dalle sofferenze!”. Insomma facciamo pagare al pubblico i mali privati delle banche private, una vera inversione rispetto al normale principio imprenditoriale del “chi sbaglia paga”, a cui sottostanno tutte le altre imprese private. Ma dov’era Bankitalia mentre le banche si riempivano di crediti dubbi?

__________________________________________________

Nelle prossime settimane pubblicherò il riassunto dei capitoli successivi, orientativamente uno ogni due settimane, mentre quelli precedenti li trovate qua

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: