Tracce

Il mio tentativo per ricevere e dare informazioni utili.

Archive for the ‘Economia/Finanza’ Category

INDISPENSABILI: Una rivoluzione ci salverà – 3° capitolo – Pubblico e Privato

Posted by giannigirotto su 8 gennaio 2017

Nella mia sezione “indispensabili” ho già inserito i riassunti di “Un piano per salvare il Pianeta” del famoso economista Nicholas Stern. Ora inizio con il riassumere questo libro che ha avuto un enorme successo mondiale, e che illustra come salvare il Pianeta dalla minaccia dei cambiamenti climatici è non solo necessario, ma persino conveniente da un mero punto di vista economico, come d’altronde da anni ripetono i vari studi internazionali in merito. In questo capitolo parliamo dell’eterna diatriba sulla scelta di far gestire le infrastrutture a soggetti privati piuttosto che pubblici.

I videoriassunti dei capitoli precedenti li trovate qua.

Posted in Agisci, Ambiente, Associazionismo, banche, Cooperazione, Crisi umanitarie, Decrescita, Economia/Finanza, Energia, Indispensabili, Infrastrutture, Inganni, multinazionali, Società/Politica, Sostenibilità, Uncategorized | Leave a Comment »

INDISPENSABILI: Una rivoluzione ci salverà – 2° capitolo – Soldi che scottano

Posted by giannigirotto su 29 dicembre 2016

Nella mia sezione “indispensabili” ho già inserito i riassunti di “Un piano per salvare il Pianeta” del famoso economista Nicholas Stern. Ora inizio con il riassumere questo libro che ha avuto un enorme successo mondiale, e che illustra come salvare il Pianeta dalla minaccia dei cambiamenti climatici è non solo necessario, ma persino conveniente da un mero punto di vista economico, come d’altronde da anni ripetono i vari studi internazionali in merito. In questo capitolo parliamo di come i trattati commerciali internazionali rallentano enormemente lo sviluppo di politiche ambientali sostenibili.

I videoriassunti degli altri capitoli li trovate qua, man mano che li pubblicherò…

Posted in Agisci, Ambiente, Associazionismo, banche, Cooperazione, Crisi umanitarie, Decrescita, Economia/Finanza, Energia, Indispensabili, Infrastrutture, Inganni, multinazionali, Società/Politica, Sostenibilità, Uncategorized | Leave a Comment »

PRESENTE E FUTURO DELL’ENERGIA!

Posted by giannigirotto su 17 dicembre 2016

Riporto una sintesi del “World Energy Outlook”, il famoso rapporto annuale della Agenzia Internazionale dell’Energia, che da anni traccia la fotografia e i possibili scenari futuri di questa argomento centrale nella vita di noi tutti.

Posted in Acqua, Ambiente, Economia/Finanza, Energia, Indispensabili, Infrastrutture, Lavoro/Impresa, monopoli, multinazionali, Società/Politica, Sostenibilità, Tecnologia utile | Leave a Comment »

Buoni esempi! Coniugare etica e redditività negli investimenti!

Posted by giannigirotto su 8 novembre 2016

Aggiungo questo argomento alla mia sezione “Buoni esempi”.

Certo c’è molta crisi in giro, ma vi sono anche diversi cittadini che vorrebbero mettere al sicuro i propri sudati risparmi, magari sapendo che non servano per finanziare una guerra o un pozzo di petrolio, e che magari rendano loro anche un discreto tasso di interesse…
ma è davvero possibile? Certo che sì, sempre di più la finanza si sta spostando verso investimenti “sostenibili”, ed alcuni sono anche così bravi da far rendere bene i risparmi dei propri clienti…

Lascio alcuni indirizzi utili segnalati nel video:
– La mia sezione “Finanza Etica” per info generali sulla materia stessa

_______________________________________________

Nelle prossime settimane altri video…

Posted in Agisci, banche, Economia/Finanza, Etica, Indispensabili, Inganni, monopoli, multinazionali, Risparmio, sfruttamento, Società/Politica, Sostenibilità, Tecnologia utile | Leave a Comment »

BUONI ESEMPI: SHARING ECONOMY (ECONOMIA DI CONDIVISIONE) – LUCCIOLE E LANTERNE

Posted by giannigirotto su 25 ottobre 2016

Aggiungo alla mia sezione “buoni esempi” anche questo video che tratta di un elemento “al confine”, cioè l’Economia Condivisa, o come si dice in inglese “Sharing economy”.

Quando si tratta di VERA condivisione è senz’altro, a mio parere, da annoverare come “buon esempio”, cioè buona pratica, che porta benefici a tanti… ma quando è FALSA condivisione, beh allora i vantaggi sono relativi per tanti, ma sicuramente i guadagni sono elevati solo per pochissimi, e spesso con pesanti meccanismi di elusione fiscale… Come distinguere allora una vera condivisione da un mero business? Semplice, basta capire chi ci guadagna, quanto ci guadagna, e quanto realmente lavora e si assume i rischi di impresa, oppure li scarica sugli altri anelli della filiera, fornendo solo l’infrastruttura tecnologica ma pretedendo in cambio corpose commissioni di utilizzo. Esiste però, anzi è nata molto prima, anche una vera economia di condivisione, in cui a guadagnare siamo tutti noi… per questo la inserisco tra i “buoni esempi“…

Posted in Agisci, Associazionismo, Cooperazione, Economia/Finanza, Inganni, Lavoro/Impresa, monopoli, multinazionali, Risparmio, Sostenibilità, Tecnologia utile | Leave a Comment »

KIVA – I BANCHIERI SIAMO NOI!

Posted by giannigirotto su 1 settembre 2016

BUONE PRATICHE, PRENDIAMO ESEMPIO!

Con questo video continuo una breve serie di viaggi nel mondo delle “buone pratiche”, cioè di esempi, di iniziative di economia equa e solidale, che stanno funzionando e che potrebbero venire replicate in molte altre località.
Partendo dal presupposto, o meglio dalla constatazione, che il sistema industriale e lobbistico attuale non fa che peggiorare continuamente, (basta guardare la sempre maggiore concentrazione degli oligopoli), dobbiamo cercare le alternative, e quindi esaminiamo quelle già funzionanti. Questo è un video introduttivo, nelle prossime settimane partiremo con entrare nello specifico, esaminando di volta in volta qualche iniziativa particolarmente significativa. L’attuale modello di “sviluppo” non funziona, guardiamo quindi ad altro!

Qui il sito ufficiale di KIVA: www.kiva.org

Qui la mia sezione “Finanza etica” con molte altre informazioni sull’argomento generale.

_______________________________________________

Nelle prossime settimane i prossimi video…

Posted in Agisci, Associazionismo, banche, Cooperazione, Economia/Finanza, Giustizia, Indispensabili, monopoli, multinazionali, Povertà | Leave a Comment »

Indispensabili – 2° C (Energia e futuro) – cap. 14 – Transizione verso un’economia sostenibile

Posted by giannigirotto su 24 agosto 2016

Aggiungo alla mia sezione “Indispensabili“, i videoriassunti di questo libro, che decisamente rientra in questa categoria, in quanto tratta del tema, ormai ben conosciuto, dei cambiamenti climatici.

Il tema è quindi d’importanza capitale e andrebbe discusso tutti i giorni dai massmedia cosidetti “mainstream”, ma purtroppo certi argomenti sono trattati ben poche volte in maniera professionale ed approfondita. Io nel mio piccolo ci provo e ho già pubblicato nella suddetta sezione “Indispensabili” gli estratti di diversi altri libri sull’argomento, nello specifico (in ordine alfabetico):

Invito quindi senz’altro tutti a leggersi i (riassunti dei) libri suddetti, e divulgarli, così come del presente libro, del quale inizio inizio oggi la realizzazione di questi videoriassunti.

E se al termine di questi capitoli vi doveste chiedere “cosa posso fare io”, mi permetto di consigliarvi anche la visione della mia sezione “Consumo critico“, in maniera da spingere industrie, banche e politica ad accelerare questo percorso di transazione verso un modello sostenibile, assolutamente indispensabile.

_________________________________________

Nelle prossime settimane pubblicherò il videoriassunto dei capitoli successivi, orientativamente uno ogni due settimane, mentre i precedenti li trovate qui

Posted in Agisci, Ambiente, Crisi umanitarie, Decrescita, Economia/Finanza, Edilizia sostenibile, Energia, Indispensabili, Infrastrutture, Lavoro/Impresa, Mobilità, multinazionali, Rifiuti/Riciclaggio, Società/Politica, Sostenibilità, Tecnologia utile | Leave a Comment »

capitolo 13: città compatte e intelligenti

Posted by giannigirotto su 23 agosto 2016

Aggiungo alla mia sezione “Indispensabili“, i videoriassunti di questo libro, che decisamente rientra in questa categoria, in quanto tratta del tema, ormai ben conosciuto, dei cambiamenti climatici.

Il tema è quindi d’importanza capitale e andrebbe discusso tutti i giorni dai massmedia cosidetti “mainstream”, ma purtroppo certi argomenti sono trattati ben poche volte in maniera professionale ed approfondita. Io nel mio piccolo ci provo e ho già pubblicato nella suddetta sezione “Indispensabili” gli estratti di diversi altri libri sull’argomento, nello specifico (in ordine alfabetico):

Invito quindi senz’altro tutti a leggersi i (riassunti dei) libri suddetti, e divulgarli, così come del presente libro, del quale inizio inizio oggi la realizzazione di questi videoriassunti.

E se al termine di questi capitoli vi doveste chiedere “cosa posso fare io”, mi permetto di consigliarvi anche la visione della mia sezione “Consumo critico“, in maniera da spingere industrie, banche e politica ad accelerare questo percorso di transazione verso un modello sostenibile, assolutamente indispensabile.

_________________________________________

Nelle prossime settimane pubblicherò il videoriassunto dei capitoli successivi, orientativamente uno ogni due settimane, mentre i precedenti li trovate qui

Posted in Agisci, Ambiente, Crisi umanitarie, Decrescita, Economia/Finanza, Edilizia sostenibile, Energia, Indispensabili, Infrastrutture, Lavoro/Impresa, Mobilità, multinazionali, Rifiuti/Riciclaggio, Società/Politica, Sostenibilità, Tecnologia utile | Leave a Comment »

Indispensabili – 2° C (Energia e futuro) – Cap. 12 – L’industria cambia pelle

Posted by giannigirotto su 22 agosto 2016

Aggiungo alla mia sezione “Indispensabili“, i videoriassunti di questo libro, che decisamente rientra in questa categoria, in quanto tratta del tema, ormai ben conosciuto, dei cambiamenti climatici.

Il tema è quindi d’importanza capitale e andrebbe discusso tutti i giorni dai massmedia cosidetti “mainstream”, ma purtroppo certi argomenti sono trattati ben poche volte in maniera professionale ed approfondita. Io nel mio piccolo ci provo e ho già pubblicato nella suddetta sezione “Indispensabili” gli estratti di diversi altri libri sull’argomento, nello specifico (in ordine alfabetico):

Invito quindi senz’altro tutti a leggersi i (riassunti dei) libri suddetti, e divulgarli, così come del presente libro, del quale inizio inizio oggi la realizzazione di questi videoriassunti.

E se al termine di questi capitoli vi doveste chiedere “cosa posso fare io”, mi permetto di consigliarvi anche la visione della mia sezione “Consumo critico“, in maniera da spingere industrie, banche e politica ad accelerare questo percorso di transazione verso un modello sostenibile, assolutamente indispensabile.

_________________________________________

Nelle prossime settimane pubblicherò il videoriassunto dei capitoli successivi, orientativamente uno ogni due settimane, mentre i precedenti li trovate qui

Posted in Agisci, Ambiente, Crisi umanitarie, Decrescita, Economia/Finanza, Edilizia sostenibile, Energia, Indispensabili, Infrastrutture, Lavoro/Impresa, Mobilità, multinazionali, Rifiuti/Riciclaggio, Società/Politica, Sostenibilità, Tecnologia utile | Leave a Comment »

Il calo dei prezzi delle materie prime

Posted by giannigirotto su 11 agosto 2016

Il ferro (quindi anche l’acciaio), la bauxite (da cui si ricava l’alluminio) il rame, piombo nickel, stagno, tutti Minerali che oggi vivono una crisi da sovrapproduzione, mentre in tutto il mondo la domanda sta calando.

Il prezzo dei metalli è destinato a scendere in media del 10% nel corso del 2016, a causa della domanda nelle economie emergenti (in special modo la Cina) in fase di rallentamento.

Il calo è iniziato nel 2013, quindi non si tratta di una “crisi passeggera”.

«La Banca mondiale ha tagliato le stime per 37 su 46 materie prime a livello mondiale prevedendo un’ulteriore diminuzione: i prezzi delle materie prime non energetiche caleranno del 3,7% nel 2016, con i metalli in ribasso del 10% dopo il calo del 21% nel 2015. Più nel dettaglio, i prezzi del ferro – contenuto in grandi quantità negli elettrodomestici – potrebbero diminuire del 25% entro la fine del 2016, mentre il rame potrebbe scendere del 9%».

La previsione che i mercati sarebbero cresciuti per sempre ha guidato l’espansione della produzione, con l’apertura di nuove miniere (impressionante pensare che il settore dà lavoro a 30 milioni di persone in tutto il mondo, secondo l’ILO, l’Organizzazione internazionale del lavoro).

La crescente e imperante finanziarizzazione delle risorse, guidata a colpi di algoritmi, non ha fatto che condurre il nodo della questione al di là di ogni possibile controllo democratico. Gli scambi di futures in Borsa vengono condotti da un algoritmo in almeno il 50% dei casi quando hanno per oggetto metalli o materie prime energetiche, e nel 40% delle occasioni in cui sono invece coinvolte materie prime agricole.

Gli attuali limiti di posizione nel mercato dei contratti derivati sulle materie prime sono “semplicemente troppo alti”. Lo sostiene Ann Berg, ex direttrice del Chicago Board of Trade, la principale piazza di scambio di titoli futures al mondo. In passato il limite si collocava a 600 contratti mentre oggi si sarebbero raggiunti livelli “equivalenti all’ammontare delle importazioni di alcuni Paesi”. Una situazione che favorisce la volatilità dei prezzi creando, verrebbe da aggiungere, evidenti distorsioni di mercato.

E’ importante sottolineare che una discesa dei prezzi di tali materie prime diminuisce le entrate dei paesi “produttori”, che quindi sono costretti a ridurre le proprie importazioni, con un ulteriore effetto depressivo, oltre a poter generare ulteriore instabilità finanziaria in tali Paesi, dal momento che in molti di questi i bilanci pubblici dipendono fortemente dai proventi di tali vendite.

Le imprese estrattrici però continuano a lavorare, anche in perdita, perchè se si fermassero perderebbero ancora di più.

Ma qual’è una delle peggiori conseguenze di questa situazione di calo dei prezzi?

Purtroppo il calo dei prezzi mette forte difficoltà l’industria del riciclo.

«Si sta dunque comprendendo che un’economia basata sul riciclo può funzionare in modo efficace e in una prospettiva di lungo periodo solo – sottolinea Bonato – se si sarà capaci di attribuire il giusto ‘prezzo’ legato all’utilizzo di materie prime vergini da parte dell’industria, che non deve considerare soltanto i costi di produzione, ma anche gli impatti ambientali, quali il consumo di suolo, di energia e di acqua. Una politica di sostegno all’industria del riciclo e, più in generale, ai modelli di economia circolare deve essere dunque in grado non solo di agire sulla prevenzione dei rifiuti e la progettazione ecocompatibile dei prodotti ma, allo stesso tempo, di stimolare la domanda per tali prodotti, attraverso incentivi efficaci e una corretta contabilizzazione dei costi ambientali sostenuti dalla collettività».

Insomma siamo alle solite, un’economia che non considera le “esternalità“, è destinata prima o poi a fallire. Significativo che persino il FMI da un paio d’anni spinga per aumentare decisamente la tassazione sui prodotti energetici fossili, proprio per compensare le prodotte dalla filiera, ma pagate viceversa dalla collettività.

Come sempre la soluzione, dal basso, è quella del “Consumo critico“, a buon intenditore…

 

Ringrazio le Fonti:  Altreconomia, ValoriGreenReport, IBTimes

Posted in Ambiente, Decrescita, Economia/Finanza, Infrastrutture, Lavoro/Impresa, monopoli, multinazionali, Sostenibilità | Leave a Comment »