Tracce

Il mio tentativo per ricevere e dare informazioni utili.

Gruppi d’Acquisto

L’unione fa la forza! Ho già pubblicato la pagina “Agisci” incentrata sui siti/Associazioni che agiscono perlopiù nel campo della tutela dei diritti umani e dell’ambiente, e “Consumo Critico” con la descrizione della modalità concreta di riappropiarci della nostra democrazia di consumatori e quindi di cittadini, ma ritengo necessario estrapolare nel dettaglio questa sezione, che forse per i comuni cittadini è tra le più utili, per conseguire dei risparmi concreti su tanti prodotti/servizi.

Ma cosa sono i cosidetti “Gruppi di acquisto”? Beh in questo caso il nome non nasconde nessun tranello o doppio senso, sono effettivamente dei Gruppi di persone che si organizzano, si uniscono, si coordinano, per presentarsi in modo unitario davanti ad un potenziale fornitore e, forti del loro numero, negoziare uno sconto superiore a quello che potrebbero ottenere se ciascuno si presentasse solo soletto. Tutto qui, il concetto è davvero semplice. Certo l’esecuzione può essere più o meno organizzata, di dimensioni più o meno ragguardevoli, si può avere un gruppo d’acquisto di una decina di persone che abitano nello stesso quartiere, così come di decine di migliaia di persone sparse per tutta l’Italia, magari con l’intermediazione gratuita di una Associazione di Consumatori, ma appunto il concetto di base non cambia. Parafrasando il celebre motto di Karl Marx “Proletari di tutto il mondo, unitevi!”, qui si può enunciare una tecnica altrettanto e forse più efficace: “Consumatori di tutto il mondo, unitevi (per gli aquisti)!”.

Premetto che non faccio distinzioni in questa prima fase tra Gruppi di Acquisto puro e semplice e G.A.S. (Gruppi d’acquisto solidale), anche se a questi ultimi va naturalmente tutta la mia preferenza. Non faccio questa distinzione intanto perchè sono all’inizio e bisognerà vedere se avrò la capacità di andare avanti, ed inoltre perchè certe volte è difficile fare questa distizione, o comunque io non mi sento di farla. Spiego solo brevemente che un Gruppo d’acquisto mira solo al maggior sconto possibile, mentre un Gruppo d’acquisto Solidale mira sia allo sconto ma valutando in maniera irrinunciabile e irremovibile anche l’etica e la sostenibilità socio/ambientale dell’impresa fornitrice.

Come sempre li elenco in ordine alfabetico, e invito chiunque legga a segnalarmi ogni Gruppo che ritenga meritevole.

Altroconsumo

Altroconsumo è una delle più importanti Associazioni italiane fatta da Consumatori per autotutelarsi. Tra le sue numerosissime attività vi è anche quella di organizzare dei gruppi di acquisto. Hanno già proceduto realizzando gruppi di acquisto sulla benzina (buoni sconto del 6%), su auto ibride/elettriche/bifuel (quasi 5mila euro di risparmio per ciascuna autovettura acquistata), un gruppo d’acquisto sulla telefonia mobile (circa 60 euro/aecostamenonno risparmiati)abbassalatariffa, ed uno per l’acquisto di energia elettrica e gas (circa 200€/anno risparmiati) risparmiare-su-luce-e-gas-si-puo-partecipa-al-gruppo-dacquisto e uno sui pannelli fotovoltaici (più di 1.000€ di risparmio sul classico piccolo impianto domestico)energia-fotovoltaica. Più in generale anzi hanno costituito un gruppo d’acquisto “stabile” per tutto ciò che riguarda efficienza energetica e fonti rinnovabili, denominaCasa Rinnovabilendo tale progetto “Casa Rinnovabile”, e quindi vi trovate le pompe di calore, il solare termico e fotovoltaico, le stufe a pellet ed altro.
Dateci un’occhiata molto approfondita in quanto NON E’ NECESSARIO ESSERE SOCI, per partecipare ai gruppi d’acquisto.

 

 

Un altro gruppo di acquisto (perenne) di AUTO IBRIDE è questo, e sinora è riuscito mediamente ad ottenere sconti del 20% su auto ibride e a metano, ed addirittura il 30% di sconto sulle auto elettriche:

Veniamo ora ai famosi G.A.S., i Gruppi di Acquisto Solidale. Innanzitutto questo è il sito ufficiale di coordinamento dei Gruppi di Acquisto Solidale. Qui troverete tutte le informazioni sui GAS italiani: la loro storia, i principi, come fondarne uno, le notizie, i documenti utili da scaricare, e sopratutto potrete cercare nell’archivio dei gruppi quello più vicino a voi.

Come spiegato all’inizio, in questi gruppi non si attenziona solo lo sconto raggiungibile unendosi, ma si sceglie il fornitore anche in base ad una serie di criteri basati sull’etica, cioè il rispetto dell’ambiente e dei lavoratori coinvolti. Per cui classicamente si privilegiano fornitori locali, per ridurre l’impatto del trasporto, ma ovviamente scegliendoli anche più lontani quando il prodotto non è disponibile localmente.

Quali sono allora i vantaggi di aderire ad un G.A.S.? Il primo è che IL FORNITORE ME LO SCELGO IO. Lo scelgo assieme agli altri membri del gruppo, alcune volte appoggiandosi ai consigli di altri Gruppi già costituiti e più esperti, altre volte in maniera totalmente autonoma, ma sempre con la possibilità e spesso la concretezza che qualche membro del gruppo si è recato personalmente, fisicamente, dal produttore, per ispezionare attentamente le varie fasi di lavorazione, e quindi la qualità me la vado personalmente a verificare. Il secondo vantaggio è che il prezzo che riesco a spuntare è sicuramente migliore rispetto a quello che otterrei da solo. Il terzo è che entrando in un G.A.S. entro in contatto con una serie di persone molto sensibili, attente, proattive, informate, dalle quali spesso imparo molte cose interessanti, e con le quali un po’ alla volta entro in “intimità” perchè comunque il funzionamento di un tale gruppo implica necessariamente stringere dei legami continuativi.

Segnalo poi una cosa non sufficientemente conosciuta, e cioè che ormai non si acquista in gruppo solo i classici prodotti alimentari di base, come carne, pasta, olio, riso, legumi, frutta e verdura, ma le possibilità ormai spaziano anche su:

  • Abbigliamento, comprese le scarpe;
  • Prodotti per l’igiene e la cura personale, la pulizia della casa, ovviamente biologici;
  • Terreni per coltivare l’orto o direttamente aziende agricole (vedi più sotto)
  • viaggi e turismo

ne

E per chi fa parte di un G.A.S può utilizzare anche l’offerta di un

gruppo di acquisto sulle RCAuto, di CAES: 

.

.

.

.

.SoleinRete“, è un gruppo di acquisto “multiplo”, dedito esclusivamente alle tematiche dell’Efficienza Energetica e delle Fonti Rinnovabili. Opera quindi, oltre che con un ottimo sito con moltissime informazioni utili, persino gli avvisi dei bandi comunali con incentivi in materie,  tramite  una serie di gruppi di acquisto che fanno dal Fotovoltaico ai veicoli elettrici, pompe di calore, check-up energetici.

Non è un gruppo di acquisto ma si occupa di dare consulenza, il progetto “Habitami”, che opera sopratutto, ma non solo, in Lombardia. BANDO-HABITAMI-2015

.

E veniamo ora alla possibilità di diventare “fornitori di sè stessi”, divenendo soci di cooperative che vendono e/o producono energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili.

enostra-logoEcco “È nostra“, la recentissima iniziativa di Cooperativa ad azionariato popolare per l’acquisto e vendita ai soci di Energia elettrica prodotta al 100% da fonti rinnovabili , che ho avuto il piacere di presentare direttamente con una conferenza stampa a cui hanno partecipato anche GreenPeace e Banca Etica, quest’ultima partner finanziario del progetto, presentazione che potete vedere qui sotto (attenzione, tale presentazione è avvenuta nel 2015, ora il progetto si è concretizzato ed è totalmente operativo e funzionante).

Io ne sono socio, e questa è la mia prima bolletta ricevuta

.

.

retenergie_logowebDoverosissima menzione poi per la “storica” Retenergie, partita nel 2008, che offre un’altra possibilità per diventare “sociocliente” di tale cooperativa che quindi produce e rivende ai propri soci energia prodotta da propri impianti rinnovabili. Tutte le info e dettagli, perchè in realta le opzioni sono molti più varie di quanto ho brevissimamente esposto, su www.retenergie.it. Io ne sono socio.

 

 

Altra realtà simile è la cooperativa “Energia Positiva” …

.

 

Segnalo anche, per chi volesse approfondire, che in Europa esiste la “Federazione europea dei gruppi di cittadini e cooperative per le energie rinnovabili e l’efficienza energetica“, ed un intero libro vi è dedicato e presente gratis nella mia sezione “IndispensabiliIndispensabili” (Democrazia Energetica).

Termino con un’ulteriore variegata serie di gruppi di acquisto su vari articoli/servizi..

 

Gruppo d’acquisto di ENERGIA RINNOVABILE per la casa e le aziende
Risparmi sulla bolletta e scegli un produttore da fonti rinnovabili. In più la possibilità di acquistare anche l’installazione di un impianto GEOTERMICO!

.

.

Altra alternativa di acquisto di energia da 100% di fonte rinnovabile

ed un’altra ancora…

 

Gruppo di acquisto case ecologiche in legno (CASA ARCOBALENO).

.

logo-nomeQui invece un gruppo d’acquisto per il Solare Termico (acqua calda, non elettricità) con relativi corsi di autocostruzione….

Altra possibilità è offerta dai Gruppo d’acquisto Terreni. Io vi riporto intanto un buon articolo di gennaio 2016, e il collegamento ad un sito, ma vi consiglio di vederne parecchi per farvi un’idea precisa. Teoricamente non vi è solo un intento di mero investimento in tali gruppi, ma anche una serie di risvolti etico-morali, del tipo gestione ecologica del terreno, acquisto diretto dei prodotti ortofrutticoli da parte dei proprietari del terreno, coltivazione di prodotti biologici, sostegno d’agricoltura biocompatibile, riavvicinamento all’agricoltura, insomma elementi che non contemplano la speculazione, ma l’etica e il buon vivere…..

gatAncora più specifico è il Gruppo Acquisto Terreni Agricoli, o meglio ancora si compra direttamente un’azienda agricola in difficoltà, maggiori info alla pagina linkata. Questo un progetto nel Trevigiano per una Cooperativa ad azionariato popolare per un’azienda agricola, con stalla e relativo caseificio e agriturismo e 2 ettari coltivati biologicamente…

.

.

Estremamente simile è anche il progetto Arvaia, in cui i soci della cooperativa sono normalissimi cittadini, e ne sostengono i costi e si dividono letteralmente il raccolto, con la garanzia di avere i terreni “a vista” e poter partecipare attivamente alle scelte gestionali del progetto. Un esempio che mi auguro venga seguito da moltissimi altri gruppi di cittadini.

.

Per i miei corregionali veneti, segnalo un Gruppo d’acquisto Veneto per il solare fotovoltaico..,

.

ALTRE INIZIATIVE INTERESSANTI/RISPARMIOSE

Mappa dei distributori di latte crudo alla spina in Italia

Gianni Girotto

3 Risposte to “Gruppi d’Acquisto”

  1. […] meglio il nostro potere come consumatori, ed uno dei mezzi migliori che conosca è l’utilizzo dei G.A.S. Filiera corta, prodotti locali e di stagione, controllo del produttore, prezzo equo, scambio di […]

  2. […] Gruppi d’Acquisto Consumo Critico E’ un argomento vastissimo. Ma premetto subito che si tratta comunque di concetti di semplice buon senso. Tra i tanti sostenitori di tale modo di agire troviamo sia Padre Alex Zanotelli, che … giannigirotto.wordpress.com […]

  3. alzavola said

    Buongiorno, ottima iniziativa… Altroconsumo è stata la prima in Italia, già dagli anni ’80 ha seguito un ottimo indirizzo informativo e di controllo della qualità.Le altre non le conosco ma avrò modo di approfondire. I Grupp d’acquisto Solidali sono necessari, da provarne la serietà e l’onestà “dietro le quinte” . Ottime soluzioni ! Grazie per l’informativa e tanti auguri !

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: