Tracce

Il mio tentativo per ricevere e dare informazioni utili.

Voglia di cambiare

Questo libro, che non poteva mancare dalla mia sezione “Indispensabili“, si caratterizza per la sua proposività. Infatti l’ho scelto perchè non è l’ennesimo libro di mera denuncia delle grandi e piccole disgrazie che affliggono vuoi l’Italia vuoi il mondo in generale, ma al contrario l’autore è andato a ricercare i modelli di eccellenza che permettono ad altri Paesi di risolvere al meglio tanti problemi. Giusto per darvi un assaggio del contenuto:

– La Svezia ha quasi azzerato le morti bianche, conquistando il primato mondiale della sicurezza sul lavoro grazie all’”ombudsman” dei lavoratori, ovvero il delegato per la salute e la sicurezza.

– Con l’invenzione della corsia dinamica, in Spagna non si vedono più ingorghi in entrata e in uscita dall’autostrada, mentre i treni corrono superveloci.

– A Friburgo, in Germania, i cittadini hanno detto no al nucleare, ma contemporaneamente hanno detto sì alle energie “dolci” e trasformato l’energia solare in un formidabile business.

– L’Inghilterra ha scelto i migliori architetti per progettare case popolari di pregio e quartieri a misura d’uomo, e con controlli severi ha dimezzato le stragi sulle strade.

– I danesi non hanno più l’incubo della precarietà grazie alla “flessicurezza”, che da una parte consente agli imprenditori di licenziare con molta facilità il personale, dall’altra offre al disoccupato un’indennità del 80% dello stipendio e sopratutto un rientro velocissimo nel mondo del lavoro.

Quindi bando agli indugi e vediamo subito di cominciare la lettura:

– La sicurezza sul lavoro

– Flessibilità e sicurezza del lavoro

– Energia Pulita

– La Casa ideale a costi sostenibili

– Mobilità (strade, ferrovie…)

– Turismo

– Famiglia, sinergie industriali e varie

gli altri capitoli, pur molto interessanti, non vertono più su esempi di soluzioni di successo attuati all’estero o in Italia, per cui ho deciso al momento di non pubblicarli.

se ti piace condividi su Facebook e/o altri siti cliccando qui a destra Bookmark and Share  Gianni Girotto


3 Risposte to “Voglia di cambiare”

  1. Mmmmh…

  2. doveva essere una manovra per il pareggio del bilancio e per tentare di far ripartire il paese, invece si stava trasformando il qualcos’altro…non c’è la volontà di cambiare, non c’è la competenza. Quanto ancora dovremo subire, quanto ancora dovremo aspettare. Si parla tanto di democrazia reale, partecipazione attraverso il web, ognuno sul web può dire la sua, ma se restano solo parole? Ha un senso?IL Portogallo sta per crollare…paura! Noi che fine faremo? Saremo in grado di partecipare attivamente per il bene del nostro Paese? E quando….

    • giannigirotto said

      Molte cose si possono fare già oggi… quelle che io conosco e reputo efficaci le ho elencate nella mia sezione “Agisci” 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: