Tracce

Il mio tentativo per ricevere e dare informazioni utili.

Energia – elettricità/gas

PREMESSA – E’ ANCORA ATTIVA sino al 31/12/2017 LA DETRAZIONE FISCALE del 65% per interventi edili di “EFFICIENTAMENTO ENERGETICO”, prima operazione consigliata per risparmiare sulle bollette. Infatti gli edifici italiani sono mediamente dei “colabrodi” e sprecano il 60% dell’energia che utilizzano. Per cui l’isolamento del tetto, il “cappotto” alle pareti ecc. sono solitamente le spese più efficienti come tempi di recupero.

BONUS (soldi) PUBBLICO PER BOLLETTE ELETTRICHE E GAS: Questa possibilità esiste da anni, ma solo il 30% degli aventi diritto ne approfitta, per questo mi permetto di ricordarvela. In buona sostanza chi ha un ISEE inferiore agli €8.100, oppure ha più di 3 figli a carico e ISEE inferiore a 20.000 euro, HA DIRITTO AD UN BONUS sia per la bolletta elettrica che gas. L’importo di questo bonus dipende da alcuni criteri, quindi le cifre oscillano da 112€ a 165€ per l’elettrico, e da 31€ a 266€ per il gas.

Nel sito ufficiale dell’Autorità tutti i dettagli: http://www.autorita.energia.it/it/bonus_gas.htmhttp://www.autorita.energia.it/…/consum…/ele/bonusele_ec.htm

 

Altre iniziative utili: La pagina dell’Associazione di consumatori “Altroconsumo” che contiene una lunga serie di informazioni e consigli utili per risparmiare, più gli essenziali “calcolatori online” di Altroconsumo, che, gratuitamente, permettono di trovare il fornitore di gas e elettricità più adatto/economico per le proprie esigenze.

In particolare:

  1. Adesione a gruppi di acquisto (tipo Altroconsumo), sia gas/elettricità che impianti di altro tipo, come i fotovoltaici, tutti i consigli su elettrodomestici, riscaldamento, gas ed elettricità nelle relative pagine di Altroconsumo
  2. Informarsi e aggiornarsi tramite portali dedicati come www.casarinnovabile.it sempre di Altroconsumo.
  3. Se siete la vostra casa ospita almeno da due famiglie in su, installate un impianto geotermico, che vi riscalda d’inverno e vi rinfresca d’estate a costo operativo praticamente zero, il costo è l’installazione, poi tutto si svolge a “circuito chiuso” senza nessun combustibile.
  4. Se volete una casa nuova, valutate attentamente quelle in legno, che sono maggiormente antisismiche, ignifughe, e con un efficienza energetica ed un comfort straordinari
  5. Trasporti/Automobile: gruppi di acquisto per auto ibride/elettriche/metano, car sharing, car pooling, veicoli leggeri elettrici (scooter, bici)
  6. Cambio fornitore di energia elettrica con passaggio a quelli che vi portano a casa solo quella prodotta da fonti rinnovabili

Diventare soci delle Cooperative popolari come “Retenergie” o “E’ nostra!”, ed altre, vedi mia sezione “Gruppi di acquisto”, perchè all’interno vi sono indicati diversi fornitori di elettricità “verde”, cioè interamente proveniente da Fonti rinnovabili, nonchè anche altri Gruppi di acquisto su altri beni/servizi.

Se per qualche motivo non vi è possibile diventare soci delle suddette, allora state attenti alle seguenti cose (di cui però non dovreste minimamente invece preoccuparvi se ne diventaste soci… 😉

Ecco quali sono le 5 cose a cui fare attenzione.

  1. Se la bolletta non arriva
    Accertati ogni quanto è previsto che arrivi la bolletta (bimestrale, trimestrale…): è un’informazione che trovi nelle condizioni contrattuali. Se non la ricevi da un po’, è meglio contattare l’operatore per fornire l’autolettura. Segui i nostri consigli.
  2. Verifica che la lettura sia effettiva
    Quanto ricevuto in bolletta, infatti, potrebbe essere frutto di un consumo stimato e non effettivo. Se la stima utilizzata non ti convince, contatta l’operatore utilizzando il nostro modello di lettera e comunica l’autolettura.
  3. Attenzione ai termini di prescrizione
    Ai consumatori non possono essere richieste somme relative a periodi antecedenti ai 5 anni dalla data di emissione della fattura. Se la fattura contiene un importo oramai prescritto, è opportuno sospendere il pagamento della fattura limitatamente agli importi prescritti e fare un reclamo scritto con una raccomandata a/r.
  4. Controlla che il profilo sia applicato correttamente
    Può capitare, infatti, che il profilo scelto in fase di stipula del contratto non venga applicato correttamente. È il caso di condizioni per non residenti applicate anche a residenti, oppure quelle non per uso domestico ma per altri usi. Invia un reclamo al fornitore e chiedi che venga applicato il tuo profilo.
  5. Le condizioni contrattuali giuste
    Verifica che le condizioni contrattuali applicate siano quelle corrette. Se hai richiesto una tariffa bioraria, per esempio, controlla che in fattura ci siano i consumi per le diverse fasce orarie f1 – f2 – f3.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: